Cnemophilus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cnemophilus
Cnemophilus macgregorii by Bowdler Sharpe.jpg
Illustrazione di C. macgregorii a cura di Sharpe
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Famiglia Cnemophilidae
Genere Cnemophilus
De Vis, 1890
specie

Cnemophilus De Vis, 1890 è un genere di uccelli uccelli passeriformi della famiglia Cnemophilidae[1].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico del genere, Cnemophilus, deriva dall'unione delle parole greche κνημος (knēmos, "pendio") e φιλος (philos, "amico-amante"), col significato di "amante dei pendii", in riferimento agli ambienti montani prediletti dalle varie specie.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Al genere vengono ascritte due specie di piccoli uccelli (22–24 cm) dall'aspetto paffuto e robusto, con piccoli becchi conici, ali arrotondate, coda corta e squadrata e piccole zampe. La colorazione è blu scuro nella paradisea di Loria, mentre la paradisea crestata è nera ventralmente e gialla o rosso-arancio dorsalmente a seconda della sottospecie, con presenza di una caratteristica lunga penna erettile sulla fronte: in ambedue le specie la femmina possiede colorazione più sobria.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Le due specie di Cnemophilus sono endemiche della Nuova Guinea, della quale abitano le aree di foresta pluviale montana e foresta nebulosa dell'asse montuoso centrale: le due specie si trovano a vivere in simpatria nell'area del monte Hagen, tuttavia non sono stati registrati casi di ibridazione.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di uccelli perlopiù diurni e solitari, molto timidi, dalla dieta essenzialmente frugivora. I maschi sono poligini e non si occupano della cura della prole, che è completamente a carico delle femmine, che costruiscono un nido sferico e vi depongono un singolo uovo.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Se ne conoscono due specie[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Cnemophilidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 20 aprile 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli