Coordinate: 46°37′00″N 9°26′00″E

Clugin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Clugin
frazione
Clugin – Stemma
Clugin – Veduta
Clugin – Veduta
Localizzazione
StatoBandiera della Svizzera Svizzera
Cantone Grigioni
RegioneViamala
ComuneAndeer
Territorio
Coordinate46°37′00″N 9°26′00″E
Altitudine1 013 m s.l.m.
Abitanti42 (2017)
Altre informazioni
Cod. postale7442
Prefisso081
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS3704
TargaGR
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Clugin
Clugin

Clugin (toponimo tedesco; in romancio Clugén[1]) è una frazione di 42 abitanti[senza fonte] del comune svizzero di Andeer, nella regione Viamala (Canton Grigioni).

Geografia fisica

[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è situato sul versante sinistro della valle Schams (Schamserberg) formata dal Reno Posteriore[1]; il punto più elevato del territorio è a quota 2 368 m s.l.m[senza fonte].

Il territorio del comune di Clugin prima degli accorpamenti comunali del 2009

Già comune autonomo che si estendeva per 2,49 km², il 1º gennaio[senza fonte] 2009 è stato accorpato al comune di Andeer assieme all'altro comune soppresso di Pignia[1].

Monumenti e luoghi d'interesse

[modifica | modifica wikitesto]
La chiesa riformata
  • Chiesa riformata, eretta nel XII secolo[1].

Evoluzione demografica

[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti[2]

Lingue e dialetti

[modifica | modifica wikitesto]

Già paese di lingua romancia, Clugin si è progressivamente germanizzato nel XX secolo: la popolazione di lingua romancia è passata dall'84% nel 1920 al 24% nel 1980[1].

L'economia locale trae impulso principalmente dall'agricoltura[1].

Infrastrutture e trasporti

[modifica | modifica wikitesto]

Clugin è servito dall'uscita autostradale di Andeer sulla A13/E43, a 3 km; dista 37 km da Coira e 81 km da Bellinzona. La stazione ferroviaria più vicina è quella di Thusis, a 13 km da Clugin.

  1. ^ a b c d e f g Jürg Simonett, Clugin, in Dizionario storico della Svizzera, 1º dicembre 2016. URL consultato il 7 luglio 2023.
  2. ^ Dizionario storico della Svizzera
  • AA. VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
Controllo di autoritàVIAF (EN296248984
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera