Clonorchis sinensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Clonorchis sinensis
Clonorchis sinensis 2.png
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Platyhelminthes
Classe Trematoda
Sottoclasse Digenea
Ordine Opisthorchiida
Superfamiglia Opisthorchiidae
Genere Clonorchis
Looss, 1907
Specie C. sinensis
Nomenclatura binomiale
Clonorchis sinensis
(Cobbold, 1875)

Clonorchis sinensis (Cobbold, 1875) è un platelminta trematoda della famiglia Opisthorchiidae.

Questo verme parassita vive nel fegato degli esseri umani, e si trova principalmente nel dotto biliare della cistifellea, nutrendosi di bile. Questi animali, che si ritiene essere il terzo parassita più diffuso nel mondo, sono diffusi in Giappone, Cina, Taiwan e nel Sud-Est asiatico; attualmente si ritiene che infetti circa 30 milioni di esseri umani.[1] L'85% dei casi si verifica in Cina.

L'infezione denominata clonorchiasi generalmente si manifesta con ittero, indigestione, infiammazione delle vie biliari, ostruzione del dotto biliare, fino anche la cirrosi epatica, il colangiocarcinoma (CCA) e il carcinoma epatico.[2] È il trematode umano più diffuso in Asia, e ancora attivamente trasmesso in Corea, Cina, Vietnam e anche Russia, con 200 milioni di persone a rischio costante. Recenti studi hanno dimostrato che è riconosciuto agente cancerogeno per il fegato (carcinoma) e il dotto biliare (CCA). Per questo motivo, l'International Agency for Research on Cancer lo ha classificato, nel 2009, come primo gruppo biologico cancerogeno .[3][4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Wu W, Qian X, Huang Y, Hong Q, A review of the control of Clonorchiasis sinensis and Taenia solium taeniasis/cysticercosis in China, in Parasitology Research, vol. 111, nº 5, 2012, pp. 1879–1884, DOI:10.1007/s00436-012-3152-y, PMID 23052782.
  2. ^ Sung-Tae Hong e Yueyi Fang, Clonorchis sinensis and clonorchiasis, an update, in Parasitology International, vol. 61, nº 1, 2012, pp. 17–24, DOI:10.1016/j.parint.2011.06.007, PMID 21741496.
  3. ^ Hong ST, Fang Y, Clonorchis sinensis and clonorchiasis, an update, in Parasitology International, vol. 61, nº 1, 2012, pp. 17–24, DOI:10.1016/j.parint.2011.06.007, PMID 21741496.
  4. ^ Sripa B, Brindley PJ, Mulvenna J, Laha T, Smout MJ, Mairiang E, Bethony JM, Loukas A, The tumorigenic liver fluke Opisthorchis viverrini--multiple pathways to cancer, in Trends in Parasitology, vol. 28, nº 10, 2012, pp. 395–407, DOI:10.1016/j.pt.2012.07.006, PMC 3682777, PMID 22947297.
  5. ^ American Cancer Society, Known and Probable Human Carcinogens, su cancer.org, American Cancer Society, Inc., 2013. URL consultato il 2 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]