Clima subtropicale umido

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il clima subtropicale umido, nella classificazione dei climi di Trewartha, geografo americano che ha rielaborato la classificazione dei climi di Köppen aggiornandola e integrandola, rappresenta un sottotipo climatico subtropicale senza stagione secca e caratterizzato da precipitazioni comprese tra 700 mm e 1500  ed è definito tale in base alla condizione che le temperature medie mensili devono essere superiori a 10 °C per almeno 8 mesi all'anno mentre la temperatura media del mese più freddo deve essere inferiore a 18°C[1]. Il tipo subtropicale umido viene simboleggiato da Trewartha con le lettere Cf da non confondersi con il sottotipo climatico "Cf - Temperato umido" del sistema di classificazione di Köppen di cui quello di Trewartha è una versione modificata.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le zone più tipiche sono gli Stati Uniti sudorientali, la Cina sudorientale, il Giappone meridionale, una fascia che comprende Il Brasile meridionale e l'Argentina settentrionale, nel Medio Oriente, in Africa meridionale ed in Australia orientale.

Tra le più importanti città caratterizzate da un clima subtropicale umido ci sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]