Claudio Lattanzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Claudio Lattanzi (Sant'Elpidio a Mare, 17 aprile 1962) è un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Comincia a lavorare come aiuto regista nel documentario Il mondo dell'orrore di Dario Argento, ricoprendo poi lo stesso ruolo nei film Deliria, La casa 3 - Ghosthouse, Interzone e La chiesa. Esordisce dietro la macchina da presa nel 1987 con il film di zombi Killing Birds, di cui ha anche scritto il soggetto. Il suo secondo lungometraggio è il documentario Aquarius Visionarius - Il cinema di Michele Soavi (2018) [1], su Michele Soavi, di cui Lattanzi è stato aiuto regista. Il suo terzo film, un horror dal titolo Everybloody's End viene presentato ancora in lavorazione alla 38ª edizione del Fantafestival di Roma[2] e in anteprima a Sitges - Festival internazionale del cinema fantastico della Catalogna[3], per essere poi distribuito direttamente in video da Home Movies[4].

Come sceneggiatore, scrive una prima versione del film La casa 4 (Witchcraft) (ma non viene accreditato nel prodotto finale[5]) e firma diversi progetti di fiction televisive (Gdf - Indagini ad alto rischio, Il cerca persone, Su di giri, I casi dell'ispettore Mencacci, Quindici gialli minuti, Quindici noir minuti, Quindici horror minuti) e trattamenti e sceneggiature per lungometraggi (Quella parte di te, La croce di stoffa, The Obsolete Gate)[6].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Aiuto regista[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marina Pavido, Nel visionario mondo di Michele Soavi, su cineclandestino.it, 9 dicembre 2018.
  2. ^ Fantafestival 2018: tutti i vincitori del Pipistrello d'Oro, su zoomagazine.it, 9 dicembre 2018.
  3. ^ Everybloody's End, su Sitges Film Festival - Festival Internacional de Cinema Fantàstic de Catalunya. URL consultato il 15 settembre 2019.
  4. ^ Everybloody's End - Quattro diverse edizioni home video, su cinemaitaliano.info, 30 maggio 2020.
  5. ^ (ES) Entrevista a Claudio Lattanzi, su La abadía de Berzano, 11 gennaio 2019. URL consultato il 15 gennaio 2019.
  6. ^ Claudio Lattanzi, su International Short Film Festival - Clermont-Ferrand.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]