Claudio Giunta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Claudio Giunta (Torino, 7 aprile 1971) è un saggista, scrittore, filologo e storico della letteratura italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha studiato alla Scuola normale superiore e all'Università di Pisa, dove si è laureato nel 1994 (relatore Marco Santagata). Dal 2002 insegna letteratura italiana presso l'Università di Trento. Autore di diverse monografie e di articoli su quotidiani e riviste, ha curato l'edizione delle Rime di Dante Alighieri, per "I Meridiani". Esperto di poesia medievale, ha al suo attivo anche pubblicazioni riguardanti la cultura contemporanea. Nel 2015 ha debuttato nella giallistica, con Mar Bianco.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • La poesia italiana nell'età di Dante. La linea Bonagiunta-Guinizzelli, Bologna, Il Mulino, 1998
  • Due saggi sulla tenzone, Roma-Padova, Antenore, 2002
  • Versi a un destinatario. Saggio sulla poesia italiana del Medioevo, Bologna, Il Mulino, 2002
  • Codici. Saggi sulla poesia del Medioevo, Bologna, Il Mulino, 2005
  • L'assedio del presente. Sulla rivoluzione culturale in corso, Bologna, Il Mulino, 2008
  • Il paese più stupido del mondo, Bologna, Il Mulino, 2010
  • Come si diventa "Michelangelo". Il mercato dell'arte, la retorica, l'Italia, Roma, Donzelli, 2011
  • Una sterminata domenica. Saggi sul paese che amo, Bologna, Il Mulino, 2013
  • Tutta la solitudine che meritate - Viaggio in Islanda, Verona, Quodlibet, 2014
  • Essere #matteorenzi, Bologna, Il Mulino, 2015
  • Mar Bianco, Milano, Mondadori, 2015
  • Come non scrivere: Consigli ed esempi da seguire, trappole e scemenze da evitare quando si scrive in italiano, Torino, UTET, 2018

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Giunta, Claudio, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  • Sito personale, su claudiogiunta.it.
Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 6152 1337 · LCCN (ENn99831722 · WorldCat Identities (ENn99-831722