Claudia de Lillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Claudia de Lillo, nota anche con lo pseudonimo di Elasti (Milano, 17 aprile 1970), è una scrittrice, giornalista e conduttrice radiofonica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il diploma al Liceo Classico G. Carducci a Milano, si è laureata in Economia e Commercio all'Università Luigi Bocconi, con una tesi sui modelli stocastici per la previsione dei tassi di interesse.

Per vent'anni ha lavorato come reporter finanziaria presso l'agenzia Reuters[1], dove è stata caposervizio per l'Economia fino al 2014.

È autrice del blog nonsolomamma.com[2], vincitore di numerosi premi[1], e punto di riferimento per una numerosa comunità di donne e non solo[1]. Per questo, l'8 marzo 2012 ha ricevuto l'onorificenza di Ufficiale al Merito della Repubblica[3] per aver inventato il personaggio di Elasti, con il quale ha posto all'attenzione dei lettori del suo blog il problema della conciliazione tra ruolo di madre e di donna lavoratrice.

Tiene dal 2010 una popolare rubrica su D - la Repubblica delle donne e scrive su temi legati a donne, figli, famiglia, lavoro.

Giornalista free lance, dal 2014 è conduttrice e autrice di Caterpillar AM[4], in onda tutte le mattine su Rai Radio 2 dalle 6:00 alle 7:30. Nella stagione 2017-2018 ha presentato la rubrica Rassegna Stampa a UnoMattina su Rai 1 ogni giovedì alle 9:45.

Scrive per l’agenda Smemoranda e collabora con AMREF.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Mamma son tanto (in)felice, in La Repubblica, 23 novembre 2008. URL consultato il 21 aprile 2016.
  2. ^ Elasti e Maria Cassi si raccontano in un quarto d'ora, in La Repubblica, 9 dicembre 2015. URL consultato il 21 aprile 2016.
  3. ^ Claudia de Lillo, su quirinale.it. URL consultato il 21 aprile 2016.
  4. ^ Radio 2 tutta nuova, sempre più social, in La Repubblica, 7 settembre 2015. URL consultato il 21 aprile 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]