Claudia Mongini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Claudia Galingani Mongini (Firenze, 6 settembre 1975) è una saggista e critica cinematografica italiana di cinema di fantascienza.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Firenze nel 1975, è figlia Giovanni Mongini, saggista e scrittore di fantascienza.

Fin da bambina si interessa di cinema horror e computer; frequenta la scuola superiore di informatica e si diploma come programmatore di computer; dopo varie esperienze in ambito informatico sul territorio italiano, lavora come consulente IT per una multinazionale.

Le esperienze in paesi esteri la portano anche a contatto con la grafica digitale, che trasforma da passione in lavoro a tempo pieno. Laureata presso l'Università della California, Los Angeles, uno stage al MIT e con un bagaglio di esperienze raccolte in terra straniera, avvia uno studio di design grafico nel 2003 e consegue certificazioni e riconoscimenti con gli studi di design grafico e period design; alcune opere digitali vengono inserite in compendi e cataloghi di distribuzione svizzeri.[senza fonte] È membro fondatore e socio anziano della International SBD Board of Design e membro di Suisse Graphic Designer[1]. Si appassiona al social media marketing e consegue certificazioni e attestati presso la Johns Hopkins University.

Saggistica[modifica | modifica wikitesto]

Ha cominciato la carriera di saggista assieme al padre Giovanni, con la riedizione della Storia del cinema di fantascienza in più volumi per la Fanucci Editore, con la quale ha vinto il Premio Italia nella categoria "miglior saggio in volume" nel 2000[2][3] e nel 2001[4].

Assieme al padre ha gestito la Pleiadi Cineteca, cineteca specializzata in pellicole fantasy, di fantascienza e horror; considerata la prima in Europa e la seconda nel mondo per importanza e numero di film, è stata spesso sponsor di vari eventi cinematografici sia sul territorio italiano sia all'estero.[senza fonte]

La sua passione per il cinema, nata fin da ragazzina, si trasforma in vero e proprio lavoro con la gestione della cineteca e la possibilità di conoscere personaggi come Dario Argento, Carlo Rambaldi e Luigi Cozzi e l'opportunità di stare a contatto con registi esordienti come Mariano Equizzi e Tobia Botta, per i quali film scrive recensioni ufficiali e presentazioni per varie manifestazioni.

In seguito ha pubblicato diversi racconti brevi per la Perseo libri, per la collana Urania di Mondadori e articoli a carattere tecnico e recensioni per alcune riviste elettroniche e cartacee di videogiochi americane come TocaRacingClub e TNFS.

La parentesi letteraria ha poi lasciato spazio al lavoro di traduzione di saggi e romanzi nonché l'adattamento di alcune scenografie.

Per il padre Giovanni ha realizzato alcune copertine per la trilogia dei romanzi Quando i Mondi si scontrano (Edizioni Lulu.com 2009, di cui cura anche la traduzione italiana dei primi due volumi) e Misteri dallo spazio e dal Tempo (Edizioni Della Vigna, 2013)[5].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

Racconti brevi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SGD, sgd.ch.
  2. ^ Fantascienza.com.
  3. ^ Italcon, fantascienza.com.
  4. ^ Italcon, fantascienza.com.
  5. ^ ISBN 978-88-6276-117-8 IBS.it.
  6. ^ URANIA, uraniamania.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN65235157