Classe Seawolf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Seawolf
USNavySeawolfSubmarine.jpg
Il capoclasse USS Seawolf in navigazione
Descrizione generale
Flag of the United States.svg
Tipo sottomarino d'attacco
Numero unità 3
Proprietà Flag of the United States.svg U.S. Navy
Entrata in servizio 1997-2005
Caratteristiche generali
Dislocamento in superficie: 8.600 t
in immersione: 9.138 t
Lunghezza 108 m
Larghezza 12 m
Propulsione un reattore nucleare S6W; 45.000 hp
Velocità in immersione: 35 nodi
Equipaggio 140
Armamento
Siluri 8 tubi lanciasiluri da 660 mm

dati tratti da[1].

voci di sottomarini presenti su Wikipedia

La classe Seawolf è una classe di sottomarini d'attacco a propulsione nucleare della United States Navy. Furono progettati alla fine della guerra fredda, nel 1989, e dovevano essere i successori dei precedenti Los Angeles. In origine ne dovevano essere realizzati 29 esemplari in oltre 10 anni, ma la fine della guerra fredda e la conseguente riduzione del budget destinato alla Marina ridussero gli esemplari realizzati a 3.

Sono più silenziosi della precedente classe Los Angeles, più grossi, più veloci e con 8 tubi lanciasiluri, ma sono anche molto più costosi. Furono creati allo scopo di contrastare i numerosi e avanzati SSBN sovietici quali i Typhoon e come risposta ai nuovi SSN classe Akula.

Navi della classe:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Attack submarine - SSN, su navy.mil. URL consultato l'8 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]