Classe Ehrensköld

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Classe Ehrensköld
HMS Ehrenskiöld.jpg
Il capoclasse HMS Ehrenskiöld
Descrizione generale
Naval Ensign of Sweden.svg
Tipocacciatorpediniere
fregata
Numero unità2
In servizio conNaval Ensign of Sweden.svg Svenska marinen
CostruttoriGötaverken
Kockums
Entrata in servizio1927
Caratteristiche generali
Dislocamentostandard: 990 t
Lunghezza91 m
Larghezza8,88 m
Pescaggio3,8 m
Propulsionedue turbine a vapore con tre caldaie triple; 34.000 hp
Velocità36 nodi (67 km/h)
Autonomia1.600 miglia nautiche a 16 nodi
Equipaggio120
Armamento
Artiglieria3 cannoni da 120 mm
2 cannoni da 40 mm antiaerei
Siluri6 tubi lanciasiluri da 533 mm
Note
dati tecnici riferiti alla costruzione

fonti citate nel corpo del testo

voci di classi di cacciatorpediniere presenti su Wikipedia

La classe Ehrensköld fu una classe di cacciatorpediniere della Svenska marinen, composta da due unità entrate in servizio nel 1927.

Innovativi e meglio armati rispetto alle precedenti classi di cacciatorpediniere svedesi, gli Ehrensköld fecero da base per lo sviluppo delle successive classi di unità simili prodotte in Svezia; dopo aver servito durante il periodo della seconda guerra mondiale per garantire il rispetto della neutralità svedese, le due unità furono ricostruite come fregate antisommergibile nel corso dei primi anni 1950, rimanendo poi in servizio fino alla loro radiazione nel 1963.

Il progetto[modifica | modifica wikitesto]

Lo HMS Nordenskjöld

Nei primi anni 1920 la Marina svedese aveva in servizio 10 cacciatorpediniere e 29 torpediniere di grossa stazza. I cacciatorpediniere, realizzati in varie classi tra il 1902 e il 1917, erano tra loro molto simili nel progetto, con un dislocamento di 450-500 tonnellate e un armamento basato su cannoni da 75 mm e tubi lanciasiluri da 457 mm[1][2]. Queste unità risultavano in definitiva più piccole e meno pesantemente armate rispetto ai cacciatorpediniere di altre marine militari, in particolare se comparati alle unità simili in servizio con la Royal Navy britannica o la Raboče-Krest'janskij Krasnyj Flot sovietica[2].

Nel 1924 furono quindi commissionati ai cantieri della ditta Götaverken di Göteborg e alla Kockums di Malmö due cacciatorpediniere di design più moderno, più grandi e meglio armati dei precedenti. Le due nuove unità avevano uno scafo lungo 98 metri fuori tutto, largo 8.88 metri e con un pescaggio di 3,8 metri; il dislocamento standard ammontava a 990 tonnellate. L'apparato propulsivo era basato su due turbine a vapore de Laval con due alberi motore, alimentate da tre caldaie a tubi d'acqua Penhoët e con una potenza di 34.000 shp (25.000 kW); la velocità massima raggiungibile ammontava a 36 nodi (67 km/h), con una autonomia di 1.600 miglia nautiche a 16 nodi (3.000 km a 30 km/h)[3][4].

L'armamento principale poteva contare su tre cannoni M/24 della Bofors in calibro 120 mm, montati in altrettante installazioni singole: una a prua, una a poppa e una collocata a centro nave in mezzo ai due fumaioli (una soluzione che tuttavia limitava l'arco di tiro del pezzo). La difesa antiaerea era inizialmente affidata a due cannoni automatici Vickers-Armstrong QF 2 lb da 40 mm, poi rimpiazzati da altrettanti più moderni pezzi Bofors 40 mm, l'armamento silurante era costituito da due impianti tripli di tubi lanciasiluri da 533 mm, e le unità potevano inoltre essere attrezzate per l'imbarco e la posa di 20 mine navali[3][4].

Durante il periodo della seconda guerra mondiale l'armamento antiaereo degli Ehrensköld fu potenziato rimpiazzando i due Bofors da 40 mm con quattro cannoni a tiro rapido da 25 mm[3][4]. Tra il 1950 e il 1951, invece, i due cacciatorpediniere furono ricostruiti come fregate antisommergibili: l'armamento fu modificato in un cannone da 120 mm, quattro cannoni antiaerei da 40 mm, una mitragliera da 20 mm nonché lanciatori per bombe di profondità, con un aumento del dislocamento standard a 1.080 tonnellate (1.250 tonnellate a pieno carico) e una riduzione della velocità massima a 30 nodi[5][3][4].

Unità[modifica | modifica wikitesto]

Nome Costruttore Impostazione Varo Entrata in servizio Destino finale
HMS Ehrensköld Kockums 1924 25 settembre 1926 14 settembre 1927 radiato il 1º aprile 1963 e impiegato come nave bersaglio, demolito nel 1974
HMS Nordenskjöld Götaverken 1924 19 giugno 1926 27 settembre 1927 radiato il 1º aprile 1963 e impiegato come nave bersaglio, demolito nel 1964

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gardiner & Chesneau, pp. 369–370.
  2. ^ a b Whitley, p. 247.
  3. ^ a b c d Whitley, p. 249.
  4. ^ a b c d Gardiner & Chesneau, p. 371.
  5. ^ Blackman, p. 273.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Raymond V. B. Blackman, Jane's Fighting Ships 1960-61, Londra, Sampson Low, Marston & Co., Ltd, 1960.
  • Robert Gardiner, Roger Chesneau, Conway's All The World's Fighting Ships 1922–1946, Conway Maritime Press, 1980, ISBN 0-85177-146-7.
  • M.J. Whitley, Destroyers of World War Two: An International Encyclopedia, Londra, Cassell & Co., 2000, ISBN 1-85409-521-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina