Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Classe Descubierta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Classe Descubierta (corvetta))
Classe Descubierta
Infanta Elena (P-76) 080416-N-9855D-116.jpg
La corvetta Infanta Elena
Descrizione generale
Flag of Spain.svg
Naval Ensign of Morocco.svg
Naval Ensign of Egypt.svg
Tipo corvetta
Numero unità 9
Caratteristiche generali
Dislocamento 1.233
Stazza lorda 1.666 tsl
Lunghezza 88,8 m
Larghezza 10,4 m
Pescaggio 4,5 m
Propulsione 4 motori diesel
MTU-Bazán 16V 956 TB91
Potenza:15.000CV su 2 eliche
Velocità 25 nodi (46 km/h)
Autonomia 4000miglia a 18nodi
7500miglia a 12nodi
Equipaggio 89
Equipaggiamento
Sensori di bordo Radar:
  • Aereo/Superficie: Thales DA 05/2 in banda E/F
  • Superficie: Thales ZW 06
  • 1 Kelvin Hughes Type 1007 di navigazione in banda I
  • 1 Koden MD 3721
  • Direzione del tiro: 1 Thales WM 25
Sonar: DE-1160B a scafo
Sistemi difensivi ECM/ESM:

Sistemi di comunicazione:

  • sistema satellitare INMARSAT B.
Armamento
Armamento artiglieria: Missili: 4 AGM-84 Harpoon
Note
Soprannome formiche atomiche

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

Le corvette multiruolo tipo F-30 o Classe Descubierta, sono state costruite in Spagna, in nove esemplari, tra cui una corvetta per il Marocco. Delle otto unità costruite per la Armada Española, due mentre erano in fase di allestimento sono state cedute alla marina egiziana dove operano come fregate antisommergibile.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Queste navi, il cui progetto costruttivo è basato sulle corvette portoghesi João Coutinho, hanno avuto un armamento di vario tipo, con missili Sea Sparrow e Aspide a poppa, un cannone da 76mm Compatto dell'Oto Melara a prua, un paio di mitragliere da 20mm a poppa, vicino a mezzanave e tubi lanciasiluri da 324mm per siluri leggeri. Il loro curioso soprannome è hormigas atomicas, cioè "formiche atomiche".

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente queste navi, tranne l'unità marocchina e le due unità vendute all'Egitto, sono state tutte riconvertite per altri compiti, con cinque unità utilizzate come pattugliatori di altura ed una che è stata trasformata in nave comando e appoggio della flotta dei dragamine della marina spagnola. Le unità riconvertite in pattugliatori di altura hanno eliminato la componente ASW con la rimozione dei tubi lanciasiluri ed hanno rafforzato la componente ASuW imbarcando i missili antinave Harpoon. Il pattugliatore P-75 ex corvetta F-31 Descubierta non ha alcuna componente missilistica così come la ex corvetta Diana, unità riconvertita in nave comando e appoggio della flotta dei dragamine. L'unità, che ha avuto la nuova matricola M-11 nel corso dei lavori di riconversione ha visto l'eliminazione dei cannoni Bofors dei missili Harpoon e Sea Sparrow e nello spazio guadagnato durante i lavori di modernizzazione è stata installata una camera iperbarica per sommozzatori ed apparecchiature per le immersioni.

Unità[modifica | modifica wikitesto]

Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Naval Ensign of Spain.png Armada Española - Classe Descubierta
Nave Distintivo ottico Cantiere Varo Entrata in servizio Disarmo ITU Immagine
Descubierta F-31
P-75
Bazán
Cartagena
8 luglio 1975 18 novembre 1978 30 giugno 2009[1]
Demolita [2]
Echo.svg Bravo.svg India.svg Sierra.svg[3] Descubierta P75.jpg
Diana F-32
M-11
Cartagena 26 gennaio 1976 30 giugno 1979 28 giugno 2015[4][5] Echo.svg Bravo.svg Juliet.svg Tango.svg[3] Corbeta Diana F32.jpg
Infanta Elena F-33
P-76
Cartagena 14 settembre 1976 12 aprile 1980 In servizio come
pattugliatore di altura
Echo.svg Bravo.svg India.svg Echo.svg[3] Infanta Elena (P-76) 060604-N-8547M-003.jpg
Infanta Cristina F-34
P-77
Cartagena 8 luglio 1976 24 novembre 1980 In servizio come
pattugliatore di altura
Echo.svg Bravo.svg India.svg Oscar.svg[3] Corveta infanta Cristina F34.jpg
Cazadora F-35
P-78
Bazan
Ferrol
17 ottobre 1978 20 luglio 1981,[6] In servizio come
pattugliatore di altura
Echo.svg Bravo.svg India.svg Alpha.svg[3] Armada Española F35.jpg
Vencedora F-36
P-79
Ferrol 27 aprile 1979 27 marzo 1982[7] 25 novembre 2016[8] Echo.svg Bravo.svg Echo.svg November.svg[3] Vencedora F36.jpg

Egitto[modifica | modifica wikitesto]

Naval Ensign of Egypt.svg القوات البحرية المصرية - Al-Quwwāt al-Baḥriyya al-Miṣriyya
Nave matricola attuale Cantiere Nome originario matricola originaria Entrata in servizio Situazione attuale
El Suez
السويس
F941 Bazan - Ferrol Centinela F-37 21 agosto 1984 In servizio
El Aboukir
أبو قير
F946 Bazan - Ferrol Serviola F-38 27 ottobre 1984 In servizio

Marocco[modifica | modifica wikitesto]

L'unità marocchina è dotata di missili Aspide in sostituzione degli Harpoon.

Naval Jack of Morocco.svg البحرية لملكية - Marine Royale Naval Ensign of Morocco.svg
Nave matricola Cantiere Entrata in servizio Situazione attuale
Lieutenant colonel Errhamani
الليوتنان كولونيل الرحماني
501 Bazan - Ferrol 26 febbraio 1982 In servizio

Situazione attuale[modifica | modifica wikitesto]

Nave Diana nel 2002 a Casablanca come nave comando MCMFORSOUTH
La corvetta marocchina Lieutenant Colonel Arrahmani in navigazione

Per quanto riguarda le unità che prestano servizio in altre marine quasi niente si conosce delle unità vendute agli egiziani, mentre l'unità in servizio nella marina marocchina è attualmente in servizio anche se in cattive condizioni generali, motivo per cui verrà sostituita da una fregata classe aquitaine (FREMM). [9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La verdad.es, La Armada da de baja al patrullero 'Descubierta' tras 31 años de servicio, laverdad.es, 29 giugno 2009. URL consultato il 30 giugno 2009.
  2. ^ Tirando de Driza El último viaje de la Descubierta
  3. ^ a b c d e f Call sign books for ships (PDF), membres.multimania.fr, p. 19-B-2.
  4. ^ La Armada española da de baja oficialmente el Buque de Mando de MCM “Diana”, www.defensa.com, 27 maggio 2015.
  5. ^ La Armada subasta la corbeta Diana en la que Marta Sánchez actuó para los soldados españoles en Irak, www.elconfidencialdigital.com, 20 settembre 2016.
  6. ^ La Vanguardia, Oliart preside la entrega de la corbeta Cazadora, hemeroteca.lavanguardia.es, 21 luglio 1981.
  7. ^ hemeroteca ABC: Fuerzas armadas
  8. ^ La Armada da de baja el patrullero Vencedora tras 34 años de servicio, www.lainformacion.com, 1º dicembre 2016.
  9. ^ farmorocco.wordpress.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Conway's All the World's Fighting ships 1947-1995

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina