Classe Combattante III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Combattante III
La motocannoniera greca Blessas
La motocannoniera greca Blessas
Descrizione generale
Flag of Greece.svg Naval Ensign of Nigeria.svg Flag of Qatar.svg Flag of Tunisia.svg
Tipo FAC (G)/(M)
Costruttori CMN
Cantiere CMN - Cherbourg
Caratteristiche generali
Dislocamento 359
Stazza lorda 425 tsl
Lunghezza 56,2 m
Larghezza 8 m
Pescaggio 2,1 m
Propulsione diesel:
Velocità 32 nodi
Equipaggio 42 (5 ufficiali)
Equipaggiamento
Sensori di bordo radar:
  • superficie:
  • Thomson-CSF Triton G
  • navigazione:
  • Decca 1226C I
  • tiro:
  • Thomson-CSF Castor II I/J
Sistemi difensivi ECM/ESM:
  • Thomson-CSF DR 2000S
Armamento
Armamento artiglieria:

missili:

siluri:

Note
Le caratteristiche si riferiscono alle unità greche della prima serie. Per le altre configurazioni vedere i singoli paragrafi

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La classe di motocannoniere missilistiche Combattante III sono un'evoluzione del progetto delle Combattante II sviluppato dai cantieri francesi CMN di Cherbourg e dai cantieri tedeschi Lürssen Werft di Bremen-Vegesack.

Le unità hanno avuto un deciso incremento di dislocamento, che ha comportato l'introduzione di alcune migliorie notevoli, come una maggiore autonomia, maggiore tenuta al mare, migliori apparati elettronici, inclusi quelli di comando e controllo per una piccola flottiglia di navi similari.

L'armamento rispetto alle Combattante II è praticamente raddoppiato, con due cannoni da 76mm Compatto, uno a prua e uno a poppa, quattro cannoni da 30mm in due impianti binati a centro nave per la difesa antiaerea ravvicinata e due tubi lanciasiluri da 533mm a poppa. L'armamento missilistico variava a secondo del committente.

Il peso complessivo dell'armamento installato sulle unità di questa classe è comparabile a quello delle corvette delle classi prodotte dalla Fincantieri, che sono già pesantemente armate, ma con le Combattante III che pesano giusto i 2/3 delle corvette della Fincantieri, anche se le Combattante III non hanno la stessa dotazione elettronica e di carburante cosa che ne riduce l'autonomia. La differenza del dislocamento è data proprio dallo spazio per apparecchiature elettroniche e carburante aggiuntivo, che conferiscono alle corvette di produzione italiana oltre ad una superiore capacità operativa, una più confortevole sistemazione per gli equipaggi e una miglior tenuta del mare.

Grecia[modifica | modifica sorgente]

La Grecia è stato il principale committente di queste unità, avendo ordinato dieci di queste motocannoniere, costruite in due serie. Le unità greche sono state tutte riammodernate nel 2006.

La Grecia ha poi acquistato sei delle unità della Classe Tiger dismesse dalla Deutsche Marine, che sono state immesse in servizio tra il 1994 e il 2000. Le sei unità nella Marina greca costituiscono la Classe La Combattante IIa, con due di queste motocannoniere che sono state riammodernate sostituendo gli Exocet con gli Harpoon.

Classe La Combattante III[modifica | modifica sorgente]

Il primo ordine per le Combattante III, venne fatto dai greci ai cantieri francesi nel settembre 1974 per quattro unità, costruite in Francia ed entrate in servizio tra il 1977 e il 1978.

Unità Classe La Combatante III
sigla Nome Cantiere Entrata in servizio
P 20 Laskos (Λάσκος) CMN - Cherbourg 20 aprile 1977
P 21 Blessas (Μπλέσσας) CMN - Cherbourg 7 luglio 1977
P 22 Mikonios (Μυκόνιος) CMN - Cherbourg 10 febbraio 1978
P 23 Troupakis (Τρουπάκης) CMN - Cherbourg 8 novembre 1977

Classe La Combattante IIIb[modifica | modifica sorgente]

Il secondo ordine venne fatto dai greci nel 1978. La seconda serie, denominata Classe La Combattante IIIb, era costituita da sei unità, costruite su licenza nei cantieri greci di Skaramanga ed immesse in servizio tra il 1980 e il 1981.

Le Combattante IIIb sono equipaggiate con i più leggeri ed economici missili Penguin al posto degli Exocet.

Unità Classe La Combatante IIIb
sigla Nome Cantiere Entrata in servizio
P 24 Kavaloudis (Καβαλούδης) Skaramanga 14 luglio 1980
P 25 Kostakos (Κωστάκος) Skaramanga 24 giugno 1980
P 26 Degiannis (Ντεγιάννης) Skaramanga dicembre 1980
P 27 Xenos (Ξένος) Skaramanga 31 marzo 1981
P 28 Simitzopoulos (Σιμιτζόπουλος) Skaramanga giugno 1981
P 29 Starakis (Σταράκης) Skaramanga 12 ottobre 1981

Tra le unità della classe, la motocannoniera Kostakos è andata perduta, affondando al largo dell'isola di Samo[1] in seguito ad una collisione con la motonave passeggeri Samaina: nell'incidente persero la vita quattro componenti dell'equipaggio della motocannoniera, il cui scafo venne recuperato il 15 marzo 1997, ma i costi di riparazione vennero ritenuti eccessivi, per cui la nave venne radiata.

Nigeria[modifica | modifica sorgente]

La Nigeria ha acquisito tre di queste unità, entrate in servizio nel 1982. Le Combattante III denominate Ayam, Ekun e Siri costituiscono la Classe Ayam. Le unità nigeriane sono prive di missili ed armate di un cannone da 76mm, una torretta binata da 40/70mm e quattro cannoni da 30/75mm in due torrette binate.

Unità Classe Ayam
sigla Nome Cantiere Varo Entrata in servizio
182 Ayam CMN - Cherbourg 19 novembre 1980 6 febbraio 1982
183 Ekun CMN - Cherbourg 11 febbraio 1981 6 febbraio 1982
184 Siri CMN - Cherbourg 1981 1982

Qatar[modifica | modifica sorgente]

Il Qatar ha acquistato dai cantieri francesi tre di queste motocannoniere entrate in servizio nel biennio 1982-83 e riammodernate tra il 1996 e il 1998; le tre unità costituiscono la Classe Damsah. Le unità in servizio nell'emirato sono armate di un cannone da 76mm, una torretta binata da 40/70mm e quattro cannoni da 30/75mm in due torrette binate e otto missili MM40 Exocet.

Unità Classe Damsah
sigla Nome Cantiere Varo Entrata in servizio
Q-01 Damsah CMN - Cherbourg 17 giugno 1982 10 novembre 1982
Q-02 Al Ghariyah CMN - Cherbourg 23 settembre 1982 10 febbraio 1983
Q-03 Rbigah CMN - Cherbourg 22 dicembre 1982 11 maggio 1983

Tunisia[modifica | modifica sorgente]

La Tunisia ha ordinato tre di queste navi, costruite in Francia ed entrate tutte in servizio nel 1985. Le tre Combattante III tunisine della Classe La Galite, hanno un armamento differentemente strutturato, armate con otto missili antinave MM 40Exocet e due torrette binate da 30/75mm a centronave, un cannone OTO da 76mm a prua e una torre binata da 40/70mm a poppa.

Unità Classe La Galite
sigla Nome Cantiere Varo Entrata in servizio
501 La Galite CMN - Cherbourg 16 giugno 1983 27 febbraio 1985
502 Tunis CMN - Cherbourg 27 ottobre 1983 28 marzo 1985
503 Carthage CMN - Cherbourg 24 gennaio 1984 29 aprile 1985

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La storia dell'affondamento della motocannoniera Kostakos sul sito della Marina Greca

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Robert Gardiner, Stephen Chumbley; Przemysław Budzbon, Conway's All the World's Fighting Ships 1947-1995, Naval Institute Press, Annapolis, 1996. ISBN 101557501327.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]