Cirrocumulo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cirrocumulus
Cirrocumulus 20040830.jpg
Abbreviazione Cc
Simbolo Cirrocumulus.svg
Genere Cirrocumulus
Altitudine 6 000 - 7 000 m
Classificazione Nubi alte
Precipitazioni correlate Possono presentare solo delle virghe

Il cirrocumulo (cirrocumulus, abbreviazione Cc) è una nube piccola simile all'altocumulo, ma di dimensioni inferiori e senza ombra propria, la cui forma ricorda quella di un batuffolo di cotone. Queste nubi sono principalmente costituite da cristalli di ghiaccio, ma possono anche contenere acqua se le temperature sono sufficientemente elevate; hanno inoltre scarso spessore. I cirrocumuli fanno parte delle nubi alte (6 − 7 000 m d'altezza) e di solito compaiono in banchi. La loro presenza può indicare aria fredda e instabile in quota e, in determinati casi, è un segnale dell'arrivo imminente di un fronte caldo accompagnato da possibili temporali o rovesci[1], da cui il detto popolare cielo a pecorelle, acqua a catinelle.

Specie[modifica | modifica wikitesto]

I cirrocumuli sono suddivisi in quattro specie, in base alla forma assunta (tra parentesi è indicata l'abbreviazione associata):

Varietà[modifica | modifica wikitesto]

Particolarità[modifica | modifica wikitesto]

È possibile la formazioni di virghe, specialmente nei cirrocumulus castellanus e floccus. Raramente possono presentare formazioni cosiddette "a mammella" (mamma).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Salvatore Abate, Lezioni di meteorologia generale, 2ª ed., Napoli, Liguori editore, 1986, pp. 179-184, ISBN 978-88-08-07315-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Meteorologia Portale Meteorologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di meteorologia