Circolo anarchico 22 marzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Circolo anarchico 22 marzo, fu fondato a Roma nell'ottobre 1969 da alcuni anarchici aderenti in precedenza al circolo "Bakunin", considerato troppo moderato.

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Tra i fondatori vi fu Pietro Valpreda[1]. Il nome proviene dal "maggio francese": il 22 marzo 1968 fu occupata l'Università di Nanterre, dando inizio al ciclo del '68 in Francia[2]. Alle riunioni prendevano parte anche Angelo Casile, Giovanni Aricò e Annelise Borth[3]. Al "22 marzo" aderirono anche Olivo Della Savia e Andrea Polito (Polito era in realtà l'agente infiltrato Salvatore Ippolito)[4].

Il circolo prese parte ad una manifestazione a favore del Vietnam[5] e ad altre azioni che ebbero uno scarso rilievo.[6]

Piazza Fontana[modifica | modifica wikitesto]

Il circolo balzò nei riflettori della cronaca italiana in occasione della Strage di Piazza Fontana. L'11 dicembre, il giorno prima della strage di piazza Fontana l'agente Ippolito segnalò alla polizia la partenza sospetta di Valpreda per Milano. In connessione alla strage furono arrestati sei suoi membri, Pietro Valpreda, Mario Merlino, Emilio Borghese, Emilio Bagnoli, Roberto Gargamelli, Enrico Di Cola, che ebbero un lungo periodo di detenzione preventiva finché furono successivamente rimessi in libertà il 29 dicembre 1972.[7]

«[...] il rudimentale circolo 22 Marzo non si presta [...] ad essere ritenuto una matrice adeguata, dal punto di vista organizzativo, dei complessi attentati verificatisi in Italia il 12 dicembre 1969.»

(Sentenza di assoluzione dei militanti del Circolo anarchico 22 marzo.[8])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, su cedost.it. URL consultato il 30 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2008).
  2. ^ Boatti, p. 124.
  3. ^ Griner, p. 69.
  4. ^ Griner, p. 68.
  5. ^ Boatti, p. 125.
  6. ^ Boatti, p. 126.
  7. ^ Boatti, p. 143.
  8. ^ Boatti, p. 132.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Boatti, Piazza Fontana, Torino, Einaudi, 2009, ISBN 9788806201036.
  • Massimiliano Griner, Piazza Fontana e il mito della strategia della tensione, Torino, Lindau, 2011, ISBN 9788871809106.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anarchia Portale Anarchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Anarchia