Circolo Canottieri Napoli (pallanuoto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Circolo Canottieri Napoli
Pallanuoto Water polo pictogram.svg
CanottieriNapolistemma.jpg
Segni distintivi
Uniformi di gara
WaterPoloSwimsuits front Canottieri Napoli 2014-2015.png WaterPoloSwimsuits back.svg
Colori sociali 600px HEX-FEE66C centred cross on HEX-E6002E background.svg Giallo · rosso
Dati societari
Città Napoli
Paese Italia Italia
Confederazione LEN
Federazione Flag of Italy.svg FIN
Campionato Serie A1
Fondazione 1916
Presidente Italia Achille Ventura
Allenatore Italia Paolo Zizza
Sede Via Molosiglio
80133 Napoli
Sito web www.circolocanottierinapoli.it/
Palmarès
ScudettoScudettoScudettoScudettoScudettoScudettoScudettoScudettoCoppa ItaliaCoppa dei campioni
Scudetti 8
Trofei nazionali 1 Coppa Italia
Titoli europei 1 Coppa dei Campioni
Impianto sportivo
Piscina Felice Scandone
4 500 posti

Il Circolo Canottieri Napoli è un club italiano di pallanuoto fondato a Napoli nel 1916, tra i più prestigiosi in tale disciplina, avendo vinto 8 titoli di campione d'Italia, una Coppa Italia e una Coppa dei Campioni d'Europa.

La sede del club è al Molosiglio, nel quartiere San Ferdinando e gestisce anche un'altra piscina situata a Ponticelli[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia sportiva della Canottieri Napoli è stata segnata da una acerrima rivalità con la Rari Nantes Napoli. Dagli anni cinquanta ai settanta la pallanuoto napoletana viveva di sfide tra questi due circoli. Un ulteriore rivalità è quella con il Circolo Nautico Posillipo, altra società partenopea plurivincitrice di titoli

Dalla fondazione ai primi trionfi[modifica | modifica wikitesto]

Fin dalla fine degli anni '40 la squadra del Circolo Canottieri Napoli è stata ai vertici del campionato italiano di pallanuoto. Il primo scudetto è arrivato nel 1951. Da allora il Canottieri Napoli ha vinto 8 titoli nazionali.

Vittorie in Italia ed in Europa[modifica | modifica wikitesto]

La squadra del Circolo Canottieri Napoli, Campioni d'Europa 1978.

L'anno 1978 rimarrà indimenticabile sia per i tifosi napoletani, sia per la pallanuoto italiana. Quell'anno la squadra ha conquistato il suo unico trofeo internazionale, vincendo la prestigiosa European Cup.

Negli anni '80, quando il Posillipo raggiunse la massima divisione, e contemporaneamente, la Rari Nantes scivolò nelle serie minori, la piscina Felice Scandone di Napoli fu il palcoscenico di nuovi appassionanti duelli tra il Canottieri Napoli ed i nuovi rivali cittadini.

Nel 1991 la Canottieri Napoli perse contro gli jugoslavi (oggi croati) del Mladost una seconda finale di European Cup[2].

Retrocessione nelle serie inferiori e ritorno in serie A1[modifica | modifica wikitesto]

La retrocessione, avvenuta nel campionato 2003-04, è stato un duro colpo per il Circolo. Negli ultimi anni la Canottieri Napoli ha disputato il campionato di Serie A2.

La stagione 2012/2013 vede, infine, il ritorno della squadra in serie A1. Dopo aver vinto il Girone Sud di serie A2, la Canottieri Napoli, nei play-off promozione, ha superato il Chiavari Nuoto in semifinale ed il N.C.Civitavecchia in finale tornando nella massima serie dopo nove anni di assenza.

Ritorno in Champions dopo 27 anni[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 maggio 2017 battendo la BPM Sport Managament, una squadra che voleva a tutti i costi arrivare sul podio soprattutto per il mercato fatto nella scorsa estate; per 8-7 durante la finale 3/4* durante la"Final6" di Torino, ritorna nella grande Europa, staccando il pass per la Champions Legue dopo oltre 27 anni. La coronazione di un progetto iniziato alcuni anni fa che sta piano piano diventando sempre più una realtà. Inoltre dopo 14 anni torna sul podio, classificandosi al 3º posto. Con una squadra composta da atleti tutti italiani.

Rosa 2018-2019[modifica | modifica wikitesto]

Ruolo Giocatore
Italia P Francesco Altomare
Italia P Gabriele Vassallo
Italia D Gianmarco Anello
Italia D Umberto Esposito
Italia D Alessandro Tartaro
Slovacchia D Marek Tkáč
Italia A Gabriele Brancaccio
Ruolo Giocatore
Italia A Gianluca Confuorto
Italia A Mario Del Basso
Italia A Alessandro Zizza
Italia A Edoardo Campopiano
Serbia A Djordie Tanasković
Italia CB Biagio Borrelli
Montenegro CB Miloš Vukićević

Staff[modifica | modifica wikitesto]

  • Allenatore: Italia Paolo Zizza
  • Assistente: Italia Vincenzo Massa
  • Team Manager: Italia Mario Morelli
  • Consigliere: Italia Gianpaolo Tartaro
  • Preparatore Atletico: Italia Nicola Agosti-Ivan Milione
  • Medico sociale: Italia Elio Picardi
  • Addetto stampa: Italia Rosario Mazzitelli
  • Fisioterapista: Italia Daniele Palermo

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Circolo Canottieri Napoli
  • 1916 - Fondazione

...

  • 1949 - 3° in Serie A
  • 1950 - 3° in Serie A
  • 1951 - 1° in Serie A Scudetto.svg Campione d'Italia
  • 1952 - 2° in Serie A
  • 1953 - 3° in Serie A
  • 1954 - 4° in Serie A
  • 1955 - 3° in Serie A
  • 1956 - 2° in Serie A
  • 1957 - 3° in Serie A
  • 1958 - 1° in Serie A Scudetto.svg Campione d'Italia
  • 1959 - 2° in Serie A
  • 1960 - 4° in Serie A
  • 1961 - 2° in Serie A
  • 1962 - 6° in Serie A
  • 1963 - 1° in Serie A Scudetto.svg Campione d'Italia
  • 1964 - 2° in Serie A
  • 1965 - 2° in Serie A
  • 1966 - 2° in Serie A
  • 1967 - 3° in Serie A
  • 1968 - 5° in Serie A
  • 1969 - 3° in Serie A
  • 1970 - 6° in Serie A Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia
  • 1971 - 3° in Serie A
  • 1972 - 2° in Serie A
  • 1973 - 1° in Serie A Scudetto.svg Campione d'Italia
  • 1974 - 2° in Serie A
  • 1975 - 1° in Serie A Scudetto.svg Campione d'Italia
  • 1976 - 3° in Serie A
  • 1977 - 1° in Serie A Scudetto.svg Campione d'Italia
  • 1978 - 2° in Serie A. Vincitrice della Coppa dei Campioni.
  • 1979 - 1° in Serie A Scudetto.svg Campione d'Italia
  • 1980 - 5° in Serie A
  • 1981 - 5° in Serie A
  • 1982 - 3° in Serie A
  • 1983 - 8° in Serie A
  • 1983-84 - 5° in Serie A eliminata ai quarti
  • 1984-85 - 3° in Serie A1 perde la finale
  • 1985-86 - 6° in Serie A1 eliminata ai quarti
  • 1986-87 - 9° in Serie A1
  • 1987-88 - 1° in Serie A1 perde la finale
  • 1988-89 - 3° in Serie A1 eliminata ai quarti
  • 1989-90 - 1° in Serie A1 Scudetto.svg Campione d'Italia
  • 1990-91 - 6° in Serie A1 eliminata in semifinale
  • 1991-92 - 6° in Serie A1 eliminata in semifinale
  • 1992-93 - 6° in Serie A1 eliminata ai quarti
  • 1993-94 - 11° in Serie A1
  • 1994-95 - 13° in Serie A1 retrocessione
  • 1995-96 - 2° in Serie A2 Girone Sud perde la finale
  • 1996-97 - 1° in Serie A2 Girone Sud Promossa in A1
  • 1997-98 - 7° in Serie A1
  • 1998-99 - 6° in Serie A1
  • 1999-00 - 9° in Serie A1
  • 2000-01 - 5° in Serie A1 eliminata ai quarti
  • 2001-02 - 7° in Serie A1
  • 2002-03 - 3° in Serie A1
  • 2003-04 - 7° in Serie A1 retrocessione
  • 2004-05 - 4° in Serie A2 Girone Sud
  • 2005-06 - 5° in Serie A2 Girone Sud
  • 2006-07 - 5° in Serie A2 Girone Sud
  • 2007-08 - 3° in Serie A2 Girone Sud
  • 2008-09 - 4° in Serie A2 Girone Sud
  • 2009-10 - 7° in Serie A2 Girone Sud
  • 2010-11 - 4° in Serie A2 Girone Sud
  • 2011-12 - 6° in Serie A2 Girone Sud
  • 2012-13 - 1° in Serie A2 Girone Sud Promossa in A1
  • 2013-14 - 6° in Serie A1 eliminata ai quarti
  • 2014-15 - 5° in Serie A1 eliminata ai quarti
  • 2015-16 - 4° in Serie A1 sconfitta in finale 3/4 posto
  • 2016-17 - 3° in Serie A1 vincendo la finale 3/4 posto, ritornando dopo 27 anni in Champions.
  • 2017-18 - 6° in Serie A1 eliminata ai quarti

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Trofei nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1951, 1958, 1963, 1973, 1975, 1977, 1979, 1990

1970

Trofei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1978

Trofei giovanili[modifica | modifica wikitesto]

1954, 2015, 2017
2010
1955, 1957, 1958, 1970, 1987, 1993, 2014, 2015, 2018

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Pallanuoto Portale Pallanuoto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallanuoto