Cinzia Savi Scarponi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cinzia Savi Scarponi
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 59 kg
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità stile libero, farfalla, misti e staffette
Squadra Racing Nuoto Roma
Palmarès
Campionati europei 0 0 1
Giochi del Mediterraneo 9 0 0
Universiadi 0 3 0
Europei giovanili 1 1 0
Campionati italiani 64 25 3
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 12 marzo 2011

Cinzia Savi Scarponi (Roma, 12 novembre 1963) è un'ex nuotatrice italiana.

È stata una nuotatrice polivalente, la migliore in Italia prima nello stile libero e poi nella farfalla e nei misti e capace di vincere più di 10 titoli in un anno quando non c'erano ancora i campionati invernali. In quegli anni il nuoto europeo era dominato dalla squadra della Germania dell'est, capace di vincere ai campionati europei quasi tutti i titoli in campo femminile; per le atlete delle altre nazioni non c'era quasi possibilità di vincere, e questo ha limitato molto il successo della sua carriera internazionale.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

È salita per la prima volta sul podio ai campionati italiani ancora dodicenne, nel 1976; l'anno dopo i suoi progressi erano tali da farle vincere quattro titoli nazionali e migliorare tre volte il primato italiano dei 100 m stile libero (diventando la prima a scendere sotto il minuto nella distanza, 59"97 ai Campionati italiani estivi di nuoto 1977 di Chiavari) e due quello dei 100 m farfalla. In estate è stata convocata per i campionati europei assoluti di Jönköping in cui ha nuotato con Cristina Ponteprimo, Paola Biagini e Silvia Blosi la finale della staffetta 4×100 m stile libero che è arrivata settima.

Nel 1978 ha vinto dieci titoli nazionali tra individuali e staffette e continuato a migliorare primati italiani (a fine carriera saranno oltre quaranta complessivamente); con la nazionale ha contribuito alla prima vittoria dell'Italia in coppa latina quando in aprile ha superato la Francia a San Juan di Porto Rico. A luglio ha debuttato ai campionati europei giovanili a Firenze in cui ha vinto l'oro nei 100 m delfino in 1'02"00 e l'argento nei 200 m misti. Un mese dopo ha partecipato ai campionati mondiali di Berlino ovest dove con 1'03"16 ha solo sfiorato l'ingresso in finale nei 100 m farfalla, eliminata per dodici centesimi.[2]

Anche il 1979 è stato un anno di successo, sia in Italia con nove titoli vinti che nelle gare internazionali: ad aprile a Rio de Janeiro ha partecipato alla Coppa latina vincendola ancora; In estate è stata convocata per gli ottavi Giochi del Mediterraneo di Spalato dove in cinque gare (100 e 200 m farfalla, 400 m misti e staffette 4×100 m a stile libero e mista) ha vinto cinque medaglie d'oro. L'anno dopo ha cambiato un po' il suo programma di gare, preferendo il delfino e i misti allo stile libero ma rimanendo competitiva, con undici ori conquistati ai campionati nazionali. In questi due stili non è stata battuta ai campionati nazionali sino al termine della carriera. Convocata a Mosca per i Giochi Olimpici, è stata eliminata in batteria nelle gare a farfalla ed è arrivata quinta nella finale della staffetta 4×100 m mista con Laura Foralosso, Sabrina Seminatore e Monica Vallarin.

Il 1981 è stato l'anno di maggiore successo in campo nazionale con tredici titoli vinti in tutto. Con la nazionale ha partecipato alla coppa latina vincendo quattro gare individuali e ai campionati europei di Spalato in cui è arrivata alle finali individuali dei 100 m farfalla, quarta, e dei 200 m misti, quinta: inoltre con Manuela Carosi, Sabrina Seminatore e Silvia Persi è giunta sesta con la 4×100 m mista. L'anno dopo ha vinto ancora le "sue" gare sia ai campionati italiani che alla coppa latina, nei 100 m delfino per la quinta volta consecutiva; Ad agosto è stata convocata per i campionati del mondo di Guayaquil in cui è arrivata alla finale individuale nei 100 m farfalla (unica italiana a disputare una finale in quell'edizione dei Mondiali) e alla finale B nei 200 m misti.[3]

All'inizio del 1983 ha manifestato propositi di ritiro e non ha partecipato ai campionati primaverili[4] tornando poi sulla sua decisione, fatto positivo per la sua carriera: in luglio alle universiadi di Edmonton ha vinto tre medaglie d'argento nei 100 m farfalla e nei 200 e 400 m misti; un mese dopo agli europei di Roma ha nuotato in quattro finali: quarta nei 200 e nei 400 m misti, ha vinto la sua unica medaglia europea nei 100 m farfalla, terza dietro alle tedesche dell'est ed è arrivata al settimo posto con la 4×100 m mista con lo stesso quartetto di Spalato. Infine ai Giochi del Mediterraneo a settembre ha vinto quattro medaglie d'oro nei 100 e 200 m delfino, nei 200 m misti e con la staffetta mista.

In carriera ha stabilito primati italiani nei 100 m stile libero, 200 m stile libero, nei 100 m e 200 m farfalla, nei 200 m e 400 m misti oltre che nella staffetta, sia in stile libero che mista. In particolare il primato dei 100 m delfino è resistito 14 anni e quello dei 200 m misti è durato dal 1983 al 2000. Si è ritirata prima dei giochi di Los Angeles del 1984, dove c'è stato il boicottaggio dei paesi del blocco sovietico. Dopo il ritiro ha collaborato anche con RAI International, dove ha condotto diverse trasmissioni sportive.[5]

Primati[modifica | modifica wikitesto]

Questi i suoi primati personali in vasca da 50 metri:

  • 50 m farfalla: 28"09
  • 100 m farfalla: 1'01"10
  • 200 m farfalla: 2'14"21
  • 200 m misti: 2'16"56
  • 400 m misti: 4'48"88

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giochi olimpici 100 m farfalla 200 m farfalla 200 m misti 400 m misti 4×100 m st. libero 4×100 m mista
1980 Mosca
URSS URSS
elim. in batteria
1'03"41
elim. in batteria
2'17"52
--- --- --- 5ª - 4'19"05
frazione: 1'02"61
Campionati del mondo 100 m farfalla 200 m farfalla 200 m misti 400 m misti 4×100 m st. libero 4×100 m mista
1978 Berlino ovest
bandiera Germania Ovest
9ª in batteria
1'03"16
--- --- --- --- ---
1982 Guayaquil
Ecuador Ecuador

1'02"73
--- 3ª in finale B
2'21"08
--- --- ---
Campionati europei 100 m farfalla 200 m farfalla 200 m misti 400 m misti 4×100 m st. libero 4×100 m mista
1977 Jönköping
Svezia Svezia
--- --- --- --- 7ª - 4'05"28
:
---
1981 Spalato
bandiera Jugoslavia

1'02"27
---
2'19"52
--- --- 6ª - 4'18"14
:
1983 Roma
Italia Italia
Bronzo
1'01"37
---
2'18"07

4'48"88
--- 7ª - 4'16"23
:
Giochi del Mediterraneo 100 m farfalla 200 m farfalla 200 m misti 400 m misti 4×100 m st. libero 4×100 m mista
1979 Spalato
bandiera Jugoslavia
Oro
1'02"96
Oro
2'16"96
--- Oro
5'02"45
Oro: 3'58"89
:
Oro: 4'24"19
:
1983 Casablanca
Marocco Marocco
Oro
1'02"79
Oro
2'17"97
Oro
2'18"80
--- --- Oro: 4'17"99
:
Universiadi 100 m farfalla 200 m farfalla 200 m misti 400 m misti 4×100 m st. libero 4×100 m mista
1983 Edmonton
Canada Canada
Argento
1'02"31
--- Argento
2'19"75
Argento
4'55"77
--- ---
Europei giovanili 100 m farfalla 200 m farfalla 200 m misti 400 m misti 4×100 m st. libero 4×100 m mista
1978 Firenze
Italia Italia
Oro
1'02"00
--- Argento
2'24"77
--- --- ---

Altri risultati[modifica | modifica wikitesto]

Coppa latina (vengono elencate solo le gare individuali)
100 m stile libero: oro, 59"55
200 m stile libero: bronzo, 2'09"12
100 m farfalla: oro, 1'03"97
100 m stile libero: bronzo, 1'00"74
100 m farfalla: oro, 1'02"79
100 m farfalla: oro, 1'03"00
200 m farfalla: oro, 2'18"23
400 m misti: oro, 5'04"39
100 m farfalla: oro, 1'02"99
200 m farfalla: oro, 2'18"34
200 m misti: oro, 2'21"85
400 m misti: oro, 5'00"24
100 m farfalla: oro, 1'02"72
200 m farfalla: oro, 2'20"04
200 m misti: oro, 2'21"12
400 m misti: oro, 5'00"36

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

42 titoli individuali e 22 in staffette, così ripartiti:

  • 1 nei 50 m stile libero
  • 6 nei 100 m stile libero
  • 2 nei 200 m stile libero
  • 11 nei 100 m farfalla
  • 7 nei 200 m farfalla
  • 8 nei 200 m misti
  • 7 nei 400 m misti
  • 9 nella staffetta 4×100 m stile libero
  • 5 nella staffetta 4×100 m stile libero
  • 8 nella staffetta 4×100 m mista

nd = non disputati

Anno
Edizione
st.libero
50 m
st.libero
100 m
st.libero
200 m
farfalla
100 m
farfalla
200 m
misti
200 m
misti
400 m
st.libero
4×100 m
st.libero
4×200 m
mista
4×100 m
1976 Estivi - - - - - - - - 3 -
1977 Primaverili nd 2 3 - - - - 1 2 -
1977 Estivi nd 1 2 1 - 2 - 1 2 -
1978 Primaverili nd 1 1 1 - 1 - - 2 1
1978 Estivi nd 1 1 2 - 3 1 1 2 1
1979 Primaverili nd 1 2 1 - - - 1 1 1
1979 Estivi nd - 2 1 1 2 2 1 2 1
1980 Primaverili nd 2 - 1 1 1 1 2 2 1
1980 Estivi nd - - 1 1 1 1 1 2 1
1981 Primaverili nd 1 - 1 1 1 1 2 2 2
1981 Estivi 1 1 2 1 1 1 1 1 1 2
1982 Primaverili nd 2 - 1 1 1 1 2 1 -
1982 Estivi - - - 1 - 1 - 1 1 1
1983 Estivi 2 - - 1 1 1 1 1 1 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aronne Anghileri, Alla ricerca del nuoto perduto, Cassina de' Pecchi, SEP editrice S.R.L., 2002, vol. II. ISBN 88-87110-27-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie