Cinzia De Ponti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cinzia De Ponti
Cinzia-fiordeponti-1979.jpg
Altezza175 cm
Misure88-66-88
Occhiscuri
Capellicastano-dorati

Cinzia De Ponti, pseudonimo di Cinzia Fiordeponti (Pescara, 3 ottobre 1960), è un'ex modella, conduttrice televisiva e attrice italiana, eletta Miss Italia 1979, l'unica proveniente dall'Abruzzo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo la vittoria del titolo di "regina della bellezza italiana", è stata eletta Miss Italia a Viareggio nel 1979,[1] unica proveniente dalla Regione dell'Abruzzo nella storia del concorso. In seguito ha rappresentato l'Italia a Miss Universo 1982, arrivando terza.

Successivamente apparve in televisione nella trasmissione Drive In. Ha poi esordito come attrice in diverse pellicole legate al genere della commedia sexy all'italiana, divenendo presto una delle star sex symbol di quel periodo.[2]

Negli anni ottanta è stata anche interprete di vari fotoromanzi della casa editrice Lancio.

È una delle "conduttrici storiche" della popolare trasmissione Sereno variabile, ideata e condotta da Osvaldo Bevilacqua. È socia del Club dei brutti. Oggi è anche programmista regista e autrice Rai.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Foto scattata durante Miss Italia 1979

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Boeing Boeing di Marc Camoletti, regia di Adolfo Lippi (1993)
  • Aulularia di Plauto, regia di Renato Giordano (1994)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Che combinazione (Rete 2, 1979)
  • Buona fortuna (Rai 1 1993) conduttrice
  • Sereno variabile (Rai 2 1995) inviata speciale
  • Prossimo tuo (1995-1996)
  • Ho bisogno di te (1997-1998) inviata speciale
  • Racconti di vita (1998-1999) inviata speciale
  • Gratis (Rai 1, 1999)
  • ApriRai (Rai 2 e Rai 1 2008-2012) conduttrice
  • Rai Player (2013) autrice e regista

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ E' andata a una studentessa di Pescara la quarantesima fascia di «miss Italia», in Stampa Sera, 3 settembre 1979, p. 7.
  2. ^ Cinzia De Ponti, su archivio.raiuno.rai.it. URL consultato il 18 gennaio 2007 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2007).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Miss Italia Successore
Cristina Loren Mai 1979 Cinzia Lenzi
Controllo di autoritàVIAF (EN233379422 · SBN MODV348523 · GND (DE1093440961 · WorldCat Identities (ENviaf-233379422