Cinque categorie nere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le cinque categorie nere (黑五類T, 黑五类S, HēiwǔlèiP) si riferivano ai seguenti cinque gruppi politici utilizzati nella Repubblica popolare cinese durante il tempo di Mao Zedong:[1][2][3]

Durante la Rivoluzione Culturale (Terrore Rosso come l '"Agosto Rosso"), i membri delle Cinque Categorie Nere furono ampiamente perseguitati e persino uccisi.[3][4] Ciò contrastava con le cinque categorie rosse, che erano favorite dal Partito Comunista Cinese.[2] Queste categorie sociali potrebbero anche essere trasmesse ai loro figli.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sergio Ramazzotti, La birra di Shaoshan: viaggio nel paese natale di Mao, Feltrinelli Editore, 2002, ISBN 978-88-7108-177-9. URL consultato il 6 aprile 2021.
  2. ^ a b Annali di Ca' Foscari: Rivista della Facoltà di lingue e letterature straniere dell'Università di Venezia, Editoriale Programma, 1995. URL consultato il 6 aprile 2021.
  3. ^ a b (EN) Anne Henochowicz | Aug 8, 2012, Word of the Week: The New Five Black Categories, su China Digital Times (CDT), 8 agosto 2012. URL consultato il 6 aprile 2021.
  4. ^ "Black Categories", su The Cultural Revolution: Rights Violations and Irresponsibility. URL consultato il 6 aprile 2021.
  5. ^ (EN) Christian Sorace, Ivan Franceschini e Nicholas Loubere, Afterlives of Chinese Communism, Verso Books, 21 maggio 2019, ISBN 978-1-78873-476-9. URL consultato il 6 aprile 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]