Cinématon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cinématon
Cinématon.png
Jean-Luc Godard in una scena del film
Titolo originaleCinématon
Paese di produzioneFrancia
Anno1978
Durata12.060 min
Dati tecnicifilm muto
Generedocumentario
RegiaGérard Courant
Interpreti e personaggi

Cinématon è un film sperimentale della durata di 201 ore[1] del regista francese Gérard Courant. È stato considerato il film più lungo mai uscito fino al 2011, superato dal film danese Modern Times Forever (Stora Enso Building, Helsinki). Si tratta di un "work in progress" (secondo il regista «Cinématon has theoretically no end», cioè «In teoria, Cinématon non finisce mai»[1]) iniziato nel 1978[2].

È composto da oltre duemila sequenze (3018 nel 2018 e 2329 in una proiezione di ottobre 2010[1]), ciascuna della durata di 3'25", in cui vengono ritratti celebrità, artisti, giornalisti ed amici del regista, impegnati in attività di loro scelta. Compaiono i registi Barbet Schroeder, Nagisa Oshima, Volker Schlöndorff, Ken Loach, Youssef Chahine, Mario Monicelli, Vincenzo Cerami, Carlo Lizzani, Lina Wertmüller, Wim Wenders, Joseph Losey, Jean-Luc Godard, Samuel Fuller (mentre si accende e fuma un sigaro[2]), Terry Gilliam (che ingoia una banconota da 100 franchi[2]), il Grande maestro di scacchi Joël Lautier. Poi gli attori Roberto Benigni, Nicoletta Braschi (ritratta immobile come una statua[3]) Stéphane Audran e Julie Delpy. Il soggetto preferito di Courant fu un neonato di 7 mesi[3]. In origine le sequenze dovevano essere solo 100[2].

Il film fu proiettato interamente a Lucca (Italia) nell'ottobre 2010 e a New York nel novembre 2010.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) The complete Cinematons by Gérard Courant, su microscopegallery.com. URL consultato il 7-11-2010 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2010).
  2. ^ a b c d (EN) Pass notes No 2,685: Cinématon, The Guardian, 16-11-2009. URL consultato il 7-11-2010.
  3. ^ a b (EN) Greig Box Turnbull, Daily Mirror: Record longest 6 day film Cinematon to hit French cinemas, The Daily Mirror, 11-11-2009. URL consultato il 7-11-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema