Cimitero inglese di Bagni di Lucca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cimitero inglese di Bagni di Lucca
Tomb of Ouida.JPG
Tomba della scrittrice Ouida
Tipocivile
Confessione religiosaprotestante
Stato attualedismesso
Ubicazione
StatoItalia Italia
ComuneBagni di Lucca
LuogoVia Letizia a circa 300 metri dalla chiesa anglicana
Costruzione
Periodo costruzione1842 - 1844
Data apertura1842
Data chiusura1953
Mappa di localizzazione

Coordinate: 44°00′22.65″N 10°35′22.59″E / 44.006293°N 10.589609°E44.006293; 10.589609

Il cimitero inglese è un luogo sacro che si trova a Bagni di Lucca a circa 300 metri dalla chiesa anglicana, dalla parte opposta del torrente Lima.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1842 Carlo Ludovico di Borbone concesse alla colonia inglese di Bagni di Lucca la facoltà di erigere un cimitero protestante. Fu scelto un luogo detto "al Prato Santo" e, benché i lavori venissero terminati nel 1844, la prima inumazione fu immediatamente successiva all'acquisto. Il cimitero è stato operativo fino al 1953 e sono 137 le persone che vi riposano. Nel 1982, con l'esaurimento di un lascito destinato alla manutenzione, il luogo sacro fu acquistato dal Comune di Bagni di Lucca. Il cimitero è gestito dalla Fondazione Michel de Montaigne e dall'Istituto storico lucchese.

Tombe illustri[modifica | modifica wikitesto]

Fra i personaggi qui inumati, spesso in monumenti sepolcrali eseguiti da scultori di fama quali Benjamin Gibson, Giuseppe Norfini ed Emilio Duccini, sono la sorella del presidente degli Stati Uniti d'America Stephen Grover Cleveland, la scrittrice Ouida, Henry ed Elizabeth Stisted e l'entomologo irlandese Alexander Henry Haliday.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]