Cimitero degli Allori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Veduta interna

Il Cimitero evangelico agli Allori (o degli Allori) si trova a Firenze, in via Senese 184, tra le Due Strade e il Galluzzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il piccolo cimitero fu aperto il 26 febbraio 1860, quando le comunità non cattoliche di Firenze non poterono più seppellire i loro defunti nel cimitero degli inglesi di piazzale Donatello, poiché con l'abbattimento delle mura esso si era venuto a trovare all'interno della città e quindi i regolamenti comunali vi vietavano la tumulazione di nuove salme. Prese il nome dal podere degli Allori dove è situato.

Nato come cimitero evangelico, dal 1970 accoglie defunti appartenenti anche ad altre confessioni, compresi alcuni musulmani.

Il cimitero è salito alle cronache nel 2006, quando la scrittrice e giornalista Oriana Fallaci vi è stata tumulata. Oltre a lei vi sono sepolti alcuni membri della sua famiglia e vi si trova un cippo commemorativo di Alekos Panagulis, compagno della scrittrice.

Personalità sepolte[modifica | modifica wikitesto]

Tra le più note si ricordano:

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Foresto Nicolai (a cura di), L'urne de' forti, monumenti e iscrizioni sepolcrali, Firenze, Coppini Tipografi, 2007.
  • Grazia Gobbi Sica, In loving memory. Il Cimitero agli Allori di Firenze, Firenze, Leo S. Olschki, 2016, ISBN 978-88-222-6416-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN237073688