Cimbicidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cimbicidae
Cimbex femoratus adult.jpg
Cimbex femoratus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Hymenopteroidea
Ordine Hymenoptera
Sottordine Symphyta
Superfamiglia Tenthredinoidea
Famiglia Cimbicidae
Kirby, 1837
Sottofamiglie

I Cimbicidi (Cimbicidae Kirby, 1837) sono una famiglia di insetti dell'ordine degli Imenotteri.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Adulti[modifica | modifica wikitesto]

Gli adulti sono imenotteri robusti, lunghi 15–25 mm, vagamente somiglianti ai bombi. Come in tutti i sinfiti, il torace si continua direttamente con l'addome, senza strozzatura. Le antenne sono formate da sette o meno articoli, con flagello marcatamente clavato.[2]

Larve[modifica | modifica wikitesto]

Le larve sono eruciformi, cioè con corpo più o meno allungato e cilindrico e capo ben sviluppato, simili ai bruchi delle farfalle.[2] L'apparato boccale è di tipo masticatore, con mandibole e mascelle atte alla assunzione di alimenti solidi e alla loro triturazione.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende 192 specie, ragguppate in 4 sottofamiglie e 21 generi:[1]

Sottofamiglia Abiinae
Sottofamiglia Cimbicinae
Sottofamiglia Coryninae
Sottofamiglia Pachylostictinae
Incertae sedis

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Cimbicidae, in Hymenoptera Online (HOL), Ohio State University. URL consultato il 28 settembre 2017.
  2. ^ a b (EN) Cimbicidae, su bugguide.net. URL consultato il 28 settembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]