Cima Stubele

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cima Stubele
StatoItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrento Trento
Bolzano Bolzano
Altezza2 671 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate46°28′03.18″N 10°56′13.7″E / 46.467551°N 10.93714°E46.467551; 10.93714Coordinate: 46°28′03.18″N 10°56′13.7″E / 46.467551°N 10.93714°E46.467551; 10.93714
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Cima Stubele
Cima Stubele
Mappa di localizzazione: Alpi
Cima Stubele
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Orientali
Grande SettoreAlpi Sud-orientali
SezioneAlpi Retiche meridionali
SottosezioneAlpi della Val di Non
SupergruppoCatena Olmi-Luco-Roen
GruppoCatena delle Maddalene
SottogruppoCostiera Olmi-Vedetta Alta
CodiceII/C-28.I-A.1.a

La Cima Stubele è una montagna delle Alpi alta 2671 m s.l.m., del gruppo delle Maddalene, nelle Alpi Retiche meridionali.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Situata al confine fra la provincia di Trento e di Bolzano, rappresenta la terza vetta per altitudine del gruppo delle Maddalene preceduta da cima Tuatti (2.701 m) e Punta di Quaira (2.752 m). Dal punto di vista orografico risulta essere un importante nodo per le valli di Clapa, Lavazzè e Monte d'Ora che raggiungono le sue pendici. Dalla croce di vetta si gode di un panorama a tutto tondo che spazia dalla Val di Non (in particolare sul Monte Ozol e Monte Roen), alla Val d'Ultimo con le innumerrevoli cime del gruppo Ortles-Cevedale che fanno da sfondo, dalla Marmolada al gruppo Adamello Brenta.

Via di salita[modifica | modifica wikitesto]

La via più utilizzata parte da Mocenigo (Rumo) nella parte nord-ovest della Valle di Non. Da Mocenigo si procede fino alla località Fontane dove inizia la strada forestale che conduce alla Malga Lavazzè (1639 m). Pochi metri più avanti si svolta a destra inerpicandosi lungo un ripido sentiero, inizialmente boschivo, che conduce alla Malga Masa Murada (2046 m).Di qui si guadagna quota spostandosi in direzione ovest lungo il sentiero 134, che costeggia il lago Poinella per poi raggiungere il passo della Siromba (2407 m), da qui si prosegue lungo la cresta, caratterizzata ancora dal segnavia nº 134, fino alla vetta. Questo itinerario non presenta particolari difficoltà alpinistiche, l'elemento che lo rende impegnativo è certamente il dislivello (circa 1600 m), sconsigliando quindi l'approccio a persone poco allenate.

Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna