Cilice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Cilice (disambigua).
Cilice
Nome orig.Κίλιξ
SessoMaschio

Cilice (in greco antico: Κίλιξ) è un personaggio della mitologia greca. Figlio di Agenore il Re di Tiro e di Telefassa[1] (citata come Argiope da Igino)[2].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Quando sua sorella Europa fu rapita da Zeus, suo padre Agenore lo inviò assieme ai suoi fratelli con il compito di trovarla dicendo loro di non tornare finché non ci fossero riusciti.

Il ritrovamento di Europa non avvenne mai.

Così ogni fratello alla fine si disperse ed alcuni tra loro, stabilitisi in nuove terre lungo le coste del mediterraneo divennero eponimi e capostipiti di altri popoli[2][3].

Cilice, stabilitosi sulle coste meridionali dell'Anatolia divenne l'eroe eponimo della Cilicia e il capostipite dei Cilici[4].

La stirpe[modifica | modifica wikitesto]

AGENORE
Re di Tiro
Telefassa
Ares
Afrodite
Europa
Cilice
Re di Cilicia
Fenice
Re di Fenicia
CADMO
Re di Tebe
Armonia
POLIDORO
Re
di Tebe
Autonoe
Ino
Semele
Agave
LABDACO
Re
di Tebe
Atteone
Melicerte
Dioniso
PENTEO
Re
di Tebe
OCLASO
Meneceo
LAIO
Re
di Tebe
GIOCASTA
Euridice
CREONTE
Reggente 2 volte
EDIPO
Re
di Tebe
GIOCASTA
EMONE
MENECEO
ETEOCLE
Re
di Tebe
POLINICE
ANTIGONE
ISMENE

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca, libro III. 1. 1.
  2. ^ a b Igino, Fabulae, 6 e 178".
  3. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca, Libro III, 1, 1.
  4. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca, libro III, 1, 1.
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca