Cigar Girl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giulietta Da Vinci
SagaFilm di James Bond
SoprannomeCigar Girl (Ragazza dei sigari)
1ª app. inIl mondo non basta (1999)
Interpretato daMaria Grazia Cucinotta
Specieitaliana
Sessofemminile
Professionesicario
AffiliazioneRenard

« - Io posso proteggerti!
- Non da lui! »

(007 e Cigar Girl)

Giulietta Da Vinci o Cigar Girl (in italiano Ragazza dei sigari) è un personaggio del film Il mondo non basta, diciannovesimo capitolo della serie cinematografica di James Bond. È interpretata dall'attrice siciliana Maria Grazia Cucinotta.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Giulietta Da Vinci è una bruna femme fatale di bellezza mozzafiato. Seducente e sexy, è anche un sicario che lavora per il terrorista Renard.

Film[modifica | modifica wikitesto]

A Bilbao, Spagna, James Bond si incontra con un banchiere svizzero per recuperare i soldi appartenenti a Sir Robert King, un magnate di petrolio britannico e amico di M. Giulietta entra nell'ufficio portando una scatola di sigari, che lei offre a Bond e al suo datore di lavoro (da qui il suo soprannome "Cigar Girl"). Su richiesta di Lachaise, la ragazza dei sigari porge a Bond una ricevuta per i soldi, portando ad un doppio senso per quanto riguarda le sue figure.

Bond informa il banchiere che King era l'acquisto di un rapporto rubato rubato da un agente dell'MI6 che era stato ucciso per questo. 007 vuole sapere chi lo ha ucciso. Il banchiere minaccia Bond, ma Bond sconfigge le sue guardie del corpo e lo tiene sotto tiro. Prima che Lachaise possa rivelare il nome dell'assassino viene ucciso da Giulietta - un coltello da lancio sporgente dalla nuca. Nel caos, entrambi Bond e la ragazza dei sigari fuggono dall'edificio. Ritornando al quartier generale dell'MI6 a Londra, Bond restituisce i soldi a King. Tuttavia, i soldi sono in realtà una bomba fertilizzante che uccidono King e fa un foro nella parete dell'edificio. Attraverso le macerie, 007 vede Giulietta, che sta guardando l'edificio da una barca sul fiume. Lei fa fuori qualche colpo e poi accelera giù per il Tamigi, con Bond perseguendo in una barca prototipo.

Dopo essere stata inseguita per il Millennium Dome, l'assassina tenta di fuggire impadronendosi di una mongolfiera. Aggrappato a una delle cime d'ormeggio della stessa, Bond cerca di convincerla ad arrendersi promettendole protezione dal suo vero datore di lavoro, ma lei, In preda al panico, rifiuta affermando che Bond non può proteggerla da lui. Ignorando le suppliche di Bond, lei si suicida sparando alla bombola di gas del velivolo, facendo così esplodere la mongolfiera che diventa un'enorme palla di fuoco.

Videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Giulietta Da Vinci appare anche nel videogioco tratto dal film The World Is Not Enough.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Maria Grazia Cucinotta fece originariamente il provino per la parte di Elektra King ma il regista Michael Apted non pensava che il suo inglese fosse abbastanza buono per interpretare bene la parte. L'attrice accettò di buon grado il ruolo più ridotto di Giulietta Da Vinci, perché voleva essere in un film di James Bond.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

James Bond Portale James Bond: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di James Bond