Ciclismo ai Giochi della I Olimpiade - 12 ore su pista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Cycling (road) pictogram.svg
12 ore su pista
Atene 1896
Informazioni generali
Luogo velodromo Neo Phaliron
Periodo 13 aprile
Partecipanti 7 da 4 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Adolf Schmal Austria Austria
Medaglia d'argento Frank Keeping Regno Unito Regno Unito
Edizione precedente e successiva
/ /
Ciclismo a
Atene 1896
Ciclismo su strada
Cycling (road) pictogram.svg
Corsa in linea
Ciclismo su pista
Cycling (track) pictogram.svg
2000 metri
10 kilometri
100 kilometri
12 ore
Cronometro

La gara delle 12 ore su pista (detta anche maratona) dei Giochi della I Olimpiade fu uno dei cinque eventi sportivi, riguardanti il ciclismo dei primi Giochi olimpici moderni, tenutosi ad Atene, il 13 aprile 1896.

La gara[modifica | modifica wikitesto]

L'evento si svolse nel velodromo Neo Phaliron. Parteciparono sette ciclisti alla competizione, provenienti da quattro nazioni. La gara consisteva nel pedalare per 12 ore consecutive, esaminando la distanza percorsa in questo tempo; si cominciò alle 05:00 di mattina e terminò quindi alle 17:00 del pomeriggio. Era molto freddo, pioveva e tirava un forte vento, con la neve che si vedeva nelle montagne attorno alla capitale greca; di fatto era prevista anche una gara di canottaggio per quel giorno, che non si tenne proprio per le cattive condizioni atmosferiche. Fu l'ultima gara disputata dei Giochi olimpici di Atene 1896.

Dei sette atleti che cominciarono la gara, quattro di loro si ritirarono la mattina, prima di mezzogiorno, e un quinto nel pomeriggio. Nei primi giri, l'austriaco Adolf Schmal, che era conosciuto per lo più come schermidore, staccò il resto degli atleti, a 5 giri dai greci, il tedesco Joseph Welzenbacher a 7 e l'inglese Frank Keeping a 10. Per il resto della corsa, amministrò il vantaggio, fino a che la maggior parte degli avversari, uno dopo l'altro, si ritirarono (per lo più alla terza ora).

Alle 12:00, dopo che anche Georgios Paraskevopoulos abbandonò la corsa, Schmal e Keeping, i soli che potevano gareggiare per la vittoria, si fermarono per una pausa per 10 minuti. Keeping seguiva Schmal, che non gli consentiva di recuperare il giro guadagnato all'inizio della corsa. Questo distacco rimase immutato fino al traguardo, con l'autriaco che sopravanzò l'inglese per soli 333,3 m (295,3 km contro 294,94 km).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Adolf Schmal
Piazz. Nazione Atleta Distanza
Gold medal.svg Austria Austria Adolf Schmal 295,3 km
Silver medal.svg Regno Unito Regno Unito Frank Keeping 294,94 km
--- Grecia Grecia Georgios Paraskevopoulos Ritirato alla 3ª ora
Grecia Grecia Loverdos Ritirato alla 3ª ora
Grecia Grecia A. Tryfiatis-Tripiaris Ritirato alla 3ª ora
Germania Germania Joseph Welzenbacher Ritirato alla 3ª ora
Grecia Grecia Konstantinos Konstantinou Ritirato alla 3ª ora

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Lampros, S.P.; Polites, N.G.; De Coubertin, Pierre; Philemon, P.J.; & Anninos, C., The Olympic Games: BC 776 – AD 1896, Athens, Charles Beck, 1897. (AAFLA.org)
  • Mallon, Bill; & Widlund, Ture, The 1896 Olympic Games. Results for All Competitors in All Events, with Commentary, Jefferson, McFarland, 1998, ISBN 0-7864-0379-9. (AAFLA.org)
  • Smith, Michael Llewellyn, Olympics in Athens 1896. The Invention of the Modern Olympic Games, London, Profile Books, 2004, ISBN 1-86197-342-X.
giochi olimpici Portale Giochi olimpici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi olimpici