Ciclamato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ciclamato di sodio
Ciclamato di sodio
Ciclamato di sodio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C6H12NNaO3S
Massa molecolare (u) 201.22 g/mol
Indicazioni di sicurezza

Il ciclammato è un dolcificante artificiale a elevato potere edulcorante che viene spesso usato in associazione alla saccarina nella produzione di sciroppi semplici e sciroppi medicati dietetici o per diabetici.

Per ciclammato tout court s'intende il sale formato dall'acido ciclammico con sodio o calcio. Il suo potere dolcificante, da 30 a 50 volte superiore al saccarosio, fu scoperto casualmente nel 1937 da Michael Sveda, ricercatore all'Università dell'Illinois.

Il ciclammato è stato sospettato di essere cancerogeno ad alte dosi, in base ad alcuni studi sui ratti.[senza fonte]Numerosi studi, effettuati successivamente, tendono a dimostrare che questa cancerogenicità è specifica per il ratto, poiché questa specie animale metabolizza il ciclammato in modo diverso da come fa l’uomo. Benché la questione sia controversa, alcuni paesi, tra cui gli USA, hanno vietato l'uso alimentare del ciclammato. In Europa l'uso è consentito con restrizioni ed esclusioni.

Le solfatasi batteriche, parte della flora microbica residente del colon, possono convertire il dolcificante ciclammato in cicloesamina, un agente cancerogeno della vescica[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Microbiologia clinica: Lanciotti E., CEA, Milano.