Ci vediamo a casa (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ci vediamo a casa
Dolcenera - Ci vediamo a casa.jpg
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista Dolcenera
Tipo album Singolo
Pubblicazione 15 febbraio 2012
Durata 3:59
Album di provenienza Evoluzione della specie2
Genere Pop rock
Etichetta K6DN Records, EMI Music Italy
Produttore Dolcenera
Registrazione Alairpark Studios
(Cernusco sul Naviglio, Milano)
Formati Download digitale
Certificazioni
Dischi di platino Italia Italia[1]
(Vendite: 30.000+)
Dolcenera - cronologia
Singolo precedente
(2011)
Singolo successivo
(2012)

Ci vediamo a casa è un brano musicale scritto ed interpretato dalla cantante italiana Dolcenera. Presentato in gara al Sessantaduesimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo, il brano è stato pubblicato come singolo il 15 febbraio 2012 dall'etichetta discografica EMI Music Italy.[2] La canzone è inoltre uno dei tre brani inediti inseriti in Evoluzione della specie2, riedizione dell'album Evoluzione della specie, che era stato pubblicato nel maggio 2011.[3]

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

La canzone ha come tematica principale la situazione di incertezza e precarietà vissuta dai giovani durante la crisi economica iniziata nel 2008, raccontata con riferimento alle difficoltà da superare per poter ottenere una casa in cui vivere la propria intimità.[4] In particolare, i versi della canzone fanno riferimento alla realtà economica e culturale dei primi anni del XXI secolo, alternandoli con il racconto di una storia d'amore.[5]

Parlando del brano Ci vediamo a casa, durante un'intervista concessa da Dolcenera all'agenzia Il Velino, la cantante ha così spiegato il significato del brano:

« Per me Ci vediamo a casa rappresenta un brano importante perché l'amore è contestualizzato nelle difficoltà della realtà che viviamo. La casa è il simbolo, il presupposto per costruire una vita insieme, è il senso di appartenenza, il rifugio, in un sistema che invece sembra non poter dare possibilità di avere certezze, di fare progetti… Il desiderio delle persone, i sogni che ne scaturiscono, i progetti di una vita vanno difesi con tutta la passione possibile e misurano in qualche modo la civiltà di un Paese. È un brano serio, attuale, non moralista e dal messaggio positivo.[6] »
(Dolcenera)

La scrittura del brano, avvenuta nel giugno 2011, trae ispirazione da un'esperienza realmente vissuta dalla cantautrice stessa e dalla sua difficoltà ad ottenere un mutuo per l'acquisto di una casa, ma anche dalle storie di alcuni suoi amici.[7] La canzone è stata inoltre appositamente composta per la colonna sonora del film omonimo, diretto da Maurizio Ponzi, la cui uscita nelle sale cinematografiche italiane, inizialmente prevista per l'aprile 2012,[8] è avvenuta il 29 novembre dello stesso anno.[9] In particolare, Ci vediamo a casa accompagna i titoli di coda del film, incentrato proprio sulle storie di tre coppie che vivono la stessa problematica descritta nel testo del brano.[6]

Festival di Sanremo[modifica | modifica wikitesto]

Durante la puntata della trasmessione televisiva L'Arena andata in onda il 15 gennaio 2012, Gianni Morandi ha ufficializzato la partecipazione del brano al Sessantaduesimo Festival di Sanremo, comunicando l'elenco completo dei cantanti e delle canzoni in gara nella sezione Artisti.[10] Il brano è stato cantato per la prima volta sul palco del Teatro Ariston durante la serata inaugurale del festival, il 14 febbraio 2012, quando Dolcenera si è esibita per prima tra gli artisti in gara.[11] Il giorno seguente, Dolcenera ha eseguito nuovamente il brano, superando il turno di eliminazioni e approdando direttamente alla semifinale del 17 febbraio 2012,[12] durante la quale la canzone è stata riproposta in duetto con Max Gazzé.[13] Superando anche l'eliminazione del venerdì, la canzone è stata ammessa alla finale del festival, svoltasi il 18 febbraio 2012.[14] La canzone si è così classificata al sesto posto nella graduatoria finale.[15]

Durante le esibizioni sanremesi, il brano è stato eseguito con l'accompagnamento della Sanremo Festival Orchestra, diretta per l'occasione dal maestro Fabio Guriàn.[16]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Download digitale
  1. Ci vediamo a casa - 3:59

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip ufficiale del brano, diretto da Valentina Be, è stato pubblicato sul canale YouTube di Dolcenera il 15 febbraio 2012, all'indomani della prima performance sanremese.[17] Il video presenta anche alcune scene tratte dall'omonimo film di Maurizio Ponzi, in cui compaiono gli attori Nicolas Vaporidis, Primo Reggiani,[18] Ambra Angiolini, Edoardo Leo, Giuliana De Sio, Myriam Catania e Giulio Forges Davanzati.[19]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2012) Posizione
massima
Italia[20] 6
Radio Airplay Italia Posizione
massima
Italia[21] 1

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Musicisti
Produzione e staff tecnico

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Ci vediamo a casa" disco d'oro.
  2. ^ Gabriel Mompellio, Dolcenera - Ci vediamo a casa (Radio Date: 15 febbraio 2012), Earone.it, 15 febbraio 2012. URL consultato il 17 febbraio 2012.
  3. ^ DOLCENERA al 62º Festival di Sanremo con il brano CI VEDIAMO A CASA, contenuto nell'album Evoluzione della specie2 nei negozi dal 15 febbraio, EMI Music Italy, 13 febbraio 2012. URL consultato il 17 febbraio 2012.
  4. ^ Sanremo 2012, gli Artisti » Dolcenera, TV Sorrisi e Canzoni, 11 febbraio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2012.
  5. ^ Casa Sanremo: Dolcenera spiega "Ci vediamo a casa", Radio Italia solomusicaitaliana, 14 febbraio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2012.
  6. ^ a b Intervista/ Dolcenera: C'è voglia di rivincita in Ci vediamo a casa, Il Velino, 6 febbraio 2012. URL consultato il 17 febbraio 2012.
  7. ^ Alessandra Menzani, Mutuo e laurea secondo Dolcenera in Libero, 1º febbraio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2012.
  8. ^ Dolcenera "Ci vediamo a casa", 15 febbraio 2012.
  9. ^ Ci vediamo a casa - Film (2012), Coming Soon. URL consultato il 13 dicembre 2012.
  10. ^ Sanremo 2012, ecco la lista dei big e dei duetti, Le Novae.
  11. ^ Matteo Cruccu, Celentano «bombarda» l'Ariston (e la Chiesa). E si ferma la gara per un guasto tecnico in Corriere della Sera, 14 febbraio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2012.
  12. ^ Sanremo: eliminati D'Alessio-Bertè, Marlene Kuntz, Fornaciari e Dalla. Share in calo di due punti al 37,24% in La Stampa, 16 febbraio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2012.
  13. ^ Antonio Mustara, SANREMO 2012, i duetti del venerdì: GAETANO CURRERI con Noemi, MAX GAZZÉ con Dolcenera, FRANCESCA MICHIELIN con Chiara Civello, TV Sorrisi e Canzoni, 10 febbraio 2012. URL consultato il 17 febbraio 2012.
  14. ^ Alessandra Vitali, Giovani, vince il quindicenne Casillo, dalla Lei un monito a Celentano in la Repubblica, 18 febbraio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2012.
  15. ^ Sanremo 2012: al ballottaggio per la vittoria finale Arisa, Noemi ed Emma, Rockol.it, 18 febbraio 2012. URL consultato il 19 febbraio 2012.
  16. ^ Andrea Cesarò, Sul podio del 62º Festival di Sanremo il maestro Fabio Guriàn dirigerà Dolcenera, Piemontepress.it, 14 febbraio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2012.
  17. ^ Dolcenera - Ci vediamo a casa, YouTube. URL consultato il 18 febbraio 2012.
  18. ^ Dolcenera "Ci vediamo a casa": il video ufficiale e la colonna sonora dell'omonimo film, Allsongs.tv.
  19. ^ Ci vediamo a casa: da Dolcenera al festival di Sanremo le prime immagini del film con Ambra Angiolini e Nicolas Vaporidis, Cinerepublic.film.tv.it, 16 febbraio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2012.
  20. ^ Top Digital Download - Classifica settimanale dal 20/02/2012 al 26/02/2012, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 1º marzo 2012.
  21. ^ http://www.earone.it/classifiche/classifica_brani_italiani/2012/9/
Festival di Sanremo Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Festival di Sanremo