Ciò che inferno non è

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ciò che inferno non è
AutoreAlessandro D'Avenia
1ª ed. originale2014
Genereromanzo
Sottogeneredrammatico, formazione
Lingua originaleitaliano
AmbientazionePalermo
ProtagonistiFederico
CoprotagonistiPino Puglisi (3P), Lucia
Antagonisti(Cosa nostra)
Altri personaggiFrancesco, Maria, Dario, Serena, Totò, Manfredi, Riccardo

Ciò che inferno non è è un romanzo pubblicato nel 2014 da Alessandro D'Avenia. Il titolo riprende una famosa citazione di Italo Calvino, tratta dal romanzo Le città invisibili.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo presenta come protagonista Federico, diciassettenne che comincia a farsi domande sulla vita e sul futuro. Alla fine dell'anno scolastico Federico si accinge a partire per Oxford per una vacanza-studio. In questo frangente avviene l'incontro-svolta con l'insegnante di religione, soprannominato 3P (sigla di padre Pino Puglisi), che lo stimola a impegnarsi, prima di partire, nel volontariato del suo quartiere, cioè Brancaccio, che lo stesso don Pino assiste (causa per cui muore). Federico accetta e il nuovo impegno sarà per lui un crocevia dell'esistenza. Gli rubano la bici, lo feriscono, ma Federico sente di avere scoperto una realtà allo stesso tempo estranea e a lui prossima. Si innamora di una ragazza di nome Lucia che gli permette di vedere le cose da un'altra prospettiva.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura