Chutzpah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Chutzpah (חֻצְפָּה) è una parola ebraica traducibile con "insolente" e "impertinente".

Sebbene la parola yiddish khutspe (חוצפּה) abbia una connotazione assai negativa, la forma adottata nell'inglese americano ha acquisito anche accezioni positive, di “audacia", grazie all'uso che ne è stato fatto in ambito cinematografico, televisivo e letterario dalla diaspora giudeo-europea negli Stati Uniti.

Nonostante l'utilizzo iniziale abbia un'accezione negativa, la parola chutzpah possiede alcuni risvolti interessanti nella forma adottata in inglese: esprime ammirazione per l'essere audacemente non conformista nel proprio campo, oltre a una particolare presunzione ed arroganza nel mostrarsi tale.

Uno degli esempi più semplici circolanti sulla chutzpah è il seguente: "Un ragazzo viene processato per l'omicidio dei propri genitori e si appella alla bontà umana del giudice perché oramai orfano."

Parole imparentate in yiddish sono khotsef (חצוף) e khatsufe (חצופֿה), che significano, rispettivamente, "uomo impudente" e "donna impudente".