Chuck Mangione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles Frank Mangione
Chuck Mangione, Płock (Polonia) 2006
Chuck Mangione, Płock (Polonia) 2006
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Fusion
Bebop
Jazz
Pop
Periodo di attività 1963 – ?
Strumento flicorno soprano
Sito web

Charles Frank Mangione (Rochester, 29 novembre 1940) è un musicista, compositore, trombettista e flicornista jazz statunitense.

La madre, di cognome Bellavia, era originaria di Serradifalco (Caltanissetta), mentre il padre era originario di Naro (Agrigento).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dall'inizio della sua carriera (negli anni sessanta), Mangione ha pubblicato oltre trenta album; in Italia ebbe una vasta notorietà soprattutto grazie al suo brano Feels So Good, pubblicato nel 1978. Nel 1985, nel corso di una turnée in Sicilia, venne a trovare i parenti a Serradifalco incontrando i cugini delle famiglie Bellavia, Minnella, Cellura, che gli organizzarono una bella festa in una villa di campagna. Negli anni Settanta, assieme a George Benson, Grover Washington, ed Earl Klugh, cominciò a produrre delle nuove sonorità che vennero poi definite fusion, tuttavia c'è da dire che da quel periodo tale termine assunse quello di smooth jazz, una sorta di pop strumentale più diretto e semplice, eseguito da strumentisti che nelle fasi iniziali delle loro carriere avevano già imperversato nel jazz puro.[1]

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Il suono di Mangione è gradevole, circolare, lirico, e i suoi fraseggi al flicorno sono di una rara duttilità e minuzia, accompagnati da una velocità ed invenzione melodiche. La sua musica è efficace e sobria a tal punto da rasentare sapientemente il virtuosismo che piacquero a grandi del jazz del calibro di Miles Davis e Dizzy Gillespie, sfociando le sue improvvisazioni in un insolito crescendo orchestrale.

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Jazz Brothers, 1961
  • My Romance, Blakey 1966
  • Hill Where The Lord Hides, 1970
  • Feels So Good, 1977
  • Eyes Of The Veiled Temptress, 1988
  • Everything For Love- 2000 (Chesky Reccords)
  • The Feeling's Back- 2004 (Chesky Records)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gildo De Stefano, Una storia sociale del jazz, Prefazione di Zygmunt Bauman, Mimesis Edizioni, Milano 2014

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN71578693 · LCCN: (ENn80149473 · ISNI: (EN0000 0001 1447 6120 · GND: (DE134454146 · BNF: (FRcb13897031s (data)