Christoph von Sigwart

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Christoph von Sigwart

Christoph von Sigwart (Tubinga, 28 marzo 1830Tubinga, 4 agosto 1904) è stato un filosofo e logico tedesco.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio del filosofo Heinrich Christoph Wilhelm Sigwart (31 agosto 1789 - 16 novembre 1844). Dopo un corso di filosofia e teologia, Sigwart diventò professore a Blaubeuren (1859), e infine a Tubinga, nel 1865.

Il primo volume di Logik, fu pubblicato nel 1873 che occupò un posto importante tra i contributi della teoria logica alla fine del XIX secolo. Nella prefazione della prima edizione, Sigwart spiegò che non intende apprezzare le teorie logiche dei suoi predecessori; il suo obiettivo era quello di costruire una propria teoria della logica.

Nel suo libro Logik rappresenta i risultati di un lungo e attento studio sulla logica tedesca e inglese. Nel 1895 fu pubblicata una traduzione inglese di Helen Dendy a Londra. Il capitolo 5 del secondo volume fu particolarmente interessante per i pensatori inglesi, in quanto contiene un approfondito esame delle teorie di induzione di Francis Bacon, John Stuart Mill e David Hume. La sua opera Kleine Schriften contiene preziose critiche su Paracelsus e Giordano Bruno.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29659257 · ISNI (EN0000 0001 0883 7444 · Europeana agent/base/145703 · LCCN (ENn80070841 · GND (DE118614258 · BNF (FRcb127759552 (data) · BNE (ESXX4813975 (data) · NLA (EN35748857 · BAV (EN495/255240 · CERL cnp00396530 · WorldCat Identities (ENlccn-n80070841