Christian Lindner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Christian Lindner
2017-05-14 NRW Landtagswahl by Olaf Kosinsky-116.jpg
Christian Lindner nel 2017

Presidente del Gruppo FDP al Bundestag
In carica
Inizio mandato 24 ottobre 2017
Predecessore Rainer Brüderle

Presidente federale del
Partito Liberale Democratico
In carica
Inizio mandato 7 dicembre 2003
Predecessore Philipp Rösler

Segretario generale del
Partito Liberale Democratico
Durata mandato 14 dicembre 2009 –
14 dicembre 2011
Presidente Guido Westerwelle
Philipp Rösler
Predecessore Dirk Niebel
Successore Patrick Döring

Deputato federale al Bundestag
Durata mandato 27 ottobre 2009 –
10 luglio 2012
Legislature XVII
Circoscrizione Renania Settentrionale-Vestfalia

In carica
Inizio mandato 24 ottobre 2017
Legislature XIX
Circoscrizione Renania Settentrionale-Vestfalia
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Liberale Democratico
Università Università di Bonn
Professione Imprenditore

Christian Wolfgang Lindner (Wuppertal, 7 gennaio 1979) è un politico tedesco, membro del Partito Liberale Democratico e suo presidente federale dal 7 dicembre 2013.

Vita professionale: formazione e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha ottenuto il suo Abitur a Wermelskirchen nel 1998,[1] seguito da studi superiori in scienze politiche, con nozioni di diritto pubblico e filosofia. Ha conseguito il master nel 2006. Nel 1997, all'età di soli 18 anni, ha creato un'agenzia pubblicitaria specializzata in imprese di telecomunicazioni, da cui si è separata nel 2004, e nel 2000 ha fondato la società Internet Moomax, che lascia nell'aprile del 2001. La società archivia per bancarotta sei mesi dopo.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

L'ascesa regionale[modifica | modifica wikitesto]

Membro del Partito Liberale (FDP) dal 1995, è stato eletto presidente dell'organizzazione studentesca del partito, il Liberalen Schüler, nel Nord Reno-Westfalia, l'anno successivo, e occupa questa posizione due anni. Nello stesso anno 1998, è entrato a far parte del comitato direttivo dell'FDP Nord Reno-Westfalia, prima di essere eletto deputato regionale alle elezioni del Landtag del 14 maggio 2000, essendo il membro più giovane dell'assemblea.

È stato eletto presidente della sezione del distretto del Reno-Berg nel 2002, poi eletto segretario generale regionale da Andreas Pinkwart nel novembre 2004. È stato rieletto deputato regionale l'anno successivo, diventando vice presidente e portavoce del gruppo liberale, responsabile dell'innovazione, scienza, gioventù, integrazione e famiglia. In particolare, ha introdotto una legge regionale, approvata nel 2008, sull'educazione dei bambini e sulla definizione della struttura e del finanziamento dei centri diurni.

Carriera federale[modifica | modifica wikitesto]

È entrato a far parte del Comitato direttivo federale dell'FDP nel 2007 ed è stato eletto al Bundestag nelle elezioni del 27 settembre 2009. Sebbene abbia vinto solo l'8,6% dei voti nel suo collegio elettorale, è riuscito a essere eletto perché al nono posto nella lista regionale. Si dimise poco dopo il suo mandato regionale e divenne membro del comitato parlamentare dell'economia.

Il 14 dicembre 2009, il comitato direttivo federale lo ha scelto come segretario generale facente funzione, mentre Dirk Niebel era entrato nel governo. Christian Lindner è confermato nella sua posizione al congresso il 24 aprile 2010 con il 95,6% dei voti espressi, due mesi dopo aver rinunciato alla sua posizione nel Nord Reno-Westfalia. Si è dimesso comunque il 14 dicembre 2011.

Elezioni regionali 2012[modifica | modifica wikitesto]

Circa tre mesi e mezzo dopo, è stato nominato leader del FDP nelle elezioni legislative regionali del 13 maggio 2012 nel Nord Reno-Westfalia dal 99,8% dei voti dei delegati alla convenzione di nomina. Eletto presidente regionale del FDP, il 6 maggio, dal 97,9% dei voti, riesce a succedere a Daniel Bahr, una settimana dopo, per mantenere i liberali nel Landtag, con il 8,6% dei voti, con un incremento dell'ordine di due punti.

Presidente del FDP[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 marzo 2013 è stato eletto Vicepresidente federale del FDP. In questa veste, è responsabile per la presidenza ad interim del partito sulla scia del risultato catastrofico delle elezioni federali del 22 settembre 2013, escludendo il partito Bundestag, per la prima volta dal 1949, dopo aver portato il presidente Philipp Rösler alla rassegnazione. È stato eletto presidente federale del FDP il 7 dicembre, con il 79% dei voti, in una convenzione federale straordinaria e contro due avversari.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Ist Westerwelle in einem Jahr noch Ihr Chef?, Bild am Sonntag, 10 ottobre 2010. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  2. ^ (DE) Lindner zum neuen FDP-Chef gewählt, Frankfurter Allgemeine Zeitung, 7 dicembre 2013

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN101478344 · ISNI (EN0000 0000 7888 4492 · LCCN (ENno2009157811 · GND (DE139238794 · WorldCat Identities (ENno2009-157811