Christ Church Picture Gallery

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Christ Church Picture Gallery
Christ Church, peckwater quadrangle 04.JPG
Il Peckwater Quad, dove si trova la Christ Church Picture Gallery
Ubicazione
Stato Regno Unito Regno Unito
Località Oxford
Caratteristiche
Tipo pinacoteca arte
Apertura 1968
Sito web

Coordinate: 51°45′02.52″N 1°15′16.2″W / 51.7507°N 1.2545°W51.7507; -1.2545

La Christ Church Picture Gallery (Pinacoteca del collegio di Christ Church) si trova all'interno del collegio di Christ Church ad Oxford, in Gran Bretagna.

Si tratta dell'unico museo d'arte di un college nel Regno Unito. Espone opere di Agostino Carracci, Annibale Carracci, Ludovico Carracci, Antoon Van Dyck, ecc. Straordinaria è la collezione di disegni, tra le più consistenti al mondo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La collezione d'arte del collegio di Christ Church venne formandosi nel corso di tre secoli attraverso successive donazioni. Un tempo ospitata nella settecentesca biblioteca, oggi è ospitata in un edificio moderno, seminterrato e illuminato, per quanto possibile, dalla luce naturale. Il nucleo più antico della collezione è la raccolta di circa 2.500 stampe donate al college da Henry Aldrischt (1648-1710), comprendente lavori di Mantegna, Dürer e Marcantonio Raimondi, stampe topografiche francesi e ritratti inglesi a mezzatinta. Esso sono in larga parte conservate ancora negli album originali, di gusto barocco.

La seconda importante donazione fu quella del generale John Guise (nel 1723), probabilmente ispirato da Aldricht stesso, comprendente alcune stampe, duecento dipinti (tra cui un suo ritratto di Joshua Reynolds e opere di Lorenzo Lotto, Tintoretto, Veronese, Annibale Carracci e Van Dyck) e circa duemila disegni, tra cui la collezione "enciclopedica" dei maestri italiani, divisi in fiorentini, senesi, romani, napoletani, bolognesi, genovesi e veneziani con capolavori, tra gli altri, di Giovanni Bellini, Leonardo, Raffaello, Michelangelo e Pontormo, mentre tra i non italiani spiccano Hugo van der Goes, Dürer, Rubens e Jusepe de Ribera. La terza fu di William Thomas Horner Fox-Strangways (nel 1828 e nel 1834), comprendente trentasei dipinti di "primitivi italiani", ovvero lavori gotici e del primo Rinascimento anteriori al 1490.

Sono seguite poi altre donazioni minori, come quella dei nipoti di Walter Savage Landor (ventisei dipinti di antichi maestri italiani), e quella di Sir Richard Lysle Nosworthy (undici lavori di maestri italiani, olandesi e inglesi), seguite dalla donazione di vetri settecenteschi inglesi (Halding Bequest, 1966-68) e icone russe (Pattersoin Gift, 1980).

L'edificio odierno venne inaugurato dalla regina Elisabetta II nel 1968.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Dipinti[modifica | modifica wikitesto]

Corrado Giaquinto, Nascita della Vergine

Disegni[modifica | modifica wikitesto]

Leonardo da Vinci, Testa grottesca

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Christopher Baker, Christ Church Picture Gallery Oxford, Ed. Christ Church Picture Gallery, Oxford 2002.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musei Portale Musei: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musei