Choerodon schoenleinii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Choerodon schoenleinii
Immagine di Choerodon schoenleinii mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Labridae
Genere Choerodon
Specie C. schoenleinii
Nomenclatura binomiale
Choerodon schoenleinii
(Valenciennes, 1839)

Choerodon schoenleinii (Valenciennes, 1839) è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia Labridae[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Proviene dalle barriere coralline dell'oceano Pacifico e dell'oceano Indiano; è stato trovato in Indonesia, dalle Isole Ryukyu, Mauritius e in Australia,[3] soprattutto Shark Bay. Nuota in zone ricche di vegetazione acquatica, solitamente con fondo sabbioso, fino a 60 m di profondità. Gli adulti sono molto frequenti dove sono abbondanti i coralli, mentre i giovani tendono a stare soprattutto nelle praterie marine[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Presenta un corpo abbastanza alto, mediamente compresso lateralmente, con la testa dal profilo decisamente arrotondato. Gli occhi sono giallastri, grandi, e gran parte del corpo è dello stesso colore. Attorno agli occhi, alla bocca e sul peduncolo caudale sono presenti delle striature azzurre, che si trovano anche sulla pinna anale e sulla pinna dorsale, arancioni. La pinna caudale è blu e non è biforcuta. Sulla pinna dorsale c'è una macchia nera abbastanza ampia. Può raggiungere 100 cm per 15,5 kg di peso[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

È una specie prevalentemente solitaria che forma piccole aggregazioni solo durante la riproduzione[3].

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre prevalentemente di invertebrati acquatici come molluschi, echinodermi, in particolare ricci di mare e crostacei[4].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

È oviparo e la fecondazione è esterna. La deposizione avviene durante tutto l'anno[5], quando gli esemplari adulti si uniscono in piccoli gruppi, anche se è più comune durante la primavera[1].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie viene classificata come "prossima alla minaccia" (NT) dalla lista rossa IUCN perché è un pesce pescato molto frequentemente ed abbastanza ricercato; in Australia ne è stata regolamentata la pesca ma le misure sono efficaci solo in parte[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Fairclough, D. & Nakazono, A. (Grouper & Wrasse Specialist Group), Choerodon schoenleinii, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.3, IUCN, 2017.
  2. ^ (EN) Choerodon schoenleinii, in WoRMS (World Register of Marine Species).
  3. ^ a b c (EN) C. schoenleinii, su FishBase. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  4. ^ C. schoenleinii, alimentazione, su fishbase.org. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  5. ^ C. schoenleinii, riproduzione, su fishbase.org. URL consultato il 21 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci