Chlorophonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Chlorophonia
ChlorophoniaSmit clean.jpg
In alto C. cyanea subsp. roraimae
In basso C. flavirostris
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Passeroidea
Famiglia Fringillidae
Sottofamiglia Euphoniinae
Genere Chlorophonia
Bonaparte, 1851
Specie

vedi testo

Chlorophonia Bonaparte, 1851 è un genere di uccelli passeriformi della famiglia Fringillidae[1]. Al genere vengono ascritti gli uccelli noti col nome comune di clorofonie o tangare verdi.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico del genere, Chlorophonia, è un'unione della parola χλωρος (khlōros, "verde") con euphonia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Al genere vengono ascritti uccelli di piccole dimensioni (10–13 cm), dall'aspetto massiccio e paffuto, muniti di corto becco conico, testa arrotondata e coda squadrata.

Il piumaggio (come intuibile dal nome scientifico) è dominato dai toni del verde, con petto e ventre di colore giallo oro e talvolta presenza di azzurro sulla testa: il dimorfismo sessuale è presente ma non estremo, con le femmine dalla colorazione più smorta e prive di iridescenze azzurre cefaliche.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Le tangare verdi sono uccelli diurni e piuttosto timidi, che vivono nel folto della vegetazione e si muovono perlopiù da soli o in coppie, passando la maggior parte del tempo alla ricerca di cibo (costituito da frutta e bacche, ma in minima parte anche da insetti).

Il canto di questi uccelli non è particolarmente armonioso, basandosi su suoni monosillabici nasali o fischianti, che possono essere ripetuti 3-4 volte di fila: una leggenda costaricana narra che essi in passato fossero povvisti di una voce melodiosa, alla quale rinunciarono regalandola al vulcano Poás in cambio della vita di una giovane che doveva venirvi sacrificata[2][3].

Si tratta di uccelli monogami, le cui operazioni di costruzione del nido (a forma sferoide) ed allevamento della prole vengono espletate da ambedue i genitori.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene due specie siano diffuse in America centrale a sud del Messico centro-meridionale, le tangare verdi sono abitanti della fascia tropicale dell'America meridionale, della quale popolano le foreste pluviali.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Al genere vengono ascritte cinque specie[1]:

Genere Chlorophonia

Il nome comune, "tangare verdi", è dovuto all'erronea opinione che questi uccelli (assieme alle eufonie) fossero imparentati con le tangare propriamente dette e pertanto appartenenti alla famiglia Thraupidae, della quale tuttavia sono solo lontanamente imparentati, essendo invece parte dei fringillidi[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Fringillidae, in IOC World Bird Names (ver 8.2), International Ornithologists’ Union, 2018. URL consultato il 27 settembre 2017.
  2. ^ (EN) Legends of Costa Rica: The song of the Rualdo bird, su govisitcostarica.com.
  3. ^ (EN) Patty Kyrlach, The Legend of Poas Volcano, su Stark Raving Mythopath blog, 25 agosto 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]