Chione (figlia di Dedalione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Chione, chiamata anche Filonide, è una figura della mitologia greca, figlia di Dedalione[1].

Era molto nota per la sua bellezza, per la quale fu amata sia da Apollo, sia da Ermes. Dal primo dei due nacque Filammone, che divenne famoso per la creazione di alcune forme musicali; dal secondo nacque Autolico, famoso per la sua capacità di rubare senza essere sorpreso nonché di essere stato il nonno di Ulisse[1].

Chione si vantò di essere più bella della dea Artemide, che la uccise con una freccia per punirla[1]; per il dolore, suo padre si gettò da una rupe, e Apollo lo mutò in falco prima che si schiantasse[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Chione, su Greek Mythology Index. URL consultato il 21 ottobre 2013.