China Chow

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

China Chow (Londra, aprile 1974[1]) è un'attrice, modella e conduttrice televisiva britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Chow nasce a Londra, in Inghilterra, dal ristoratore Michael Chow e dall'ex-modella/designer Tina Chow[1]. Chow ha un fratello di tre anni più giovane. È nipote dell'attrice Tsai Chin. Ha origini han, giapponesi, tedesche e scozzesi[2].

Prima di diventare attrice, China Chow si laurea in psicologia allo Scripps College e, seguendo le orme della madre, lavora alcuni anni come modella per Shiseido, Tommy Hilfiger e Calvin Klein, venendo nominata, nel 1996, come It Girl di Harper's Bazaar. Quello stesso anno, compare nell'edizione di dicembre di Vogue. Nel 2000, posa per Maxim, rientrando nella collezione delle Girls of Maxim. Appare al 54º posto nella classifica delle Maxim Hot 100 Women nel 2001[3]. Nel 2004, è la voce di Katie Zhan nel videogioco Grand Theft Auto: San Andreas.

Debutta come attrice nel 1998, come co-protagonista in Il grande colpo, al fianco di Mark Wahlberg. Nel 2007, appare nella prima stagione di Burn Notice - Duro a morire nei panni dell'ex-spia Lucy. Dal 2010, è conduttrice e giudice del reality show Work of Art: The Next Great Artist.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, China Chow è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Alex Kuczynski, SHOPPING WITH: CHINA CHOW; Mirror, Mirror, Who's the Best Dressed of All?, in The New York Times, 19 aprile 1998. URL consultato il 28 aprile 2010.
  2. ^ (EN) Susan Wloszczyna, China Chow a spicy 'Big Hit' in film debut, USA TODAY, 23 aprile 1998.
  3. ^ (EN) FreeJose.com, Maxim Magazine Hot 100 Women of 2001. URL consultato il 19 febbraio 2007 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2007).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN34714282 · ISNI (EN0000 0000 0089 3911 · BNF (FRcb146409571 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-34714282