China-EU School of Law

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La China-EU School of Law ( abbreviata anche in CESL) è un progetto comune del governo cinese e dell'Unione Europea, sostenuto da un consorzio composto da 13 università e istituti europei e 4 cinesi. Ha la propria sede presso la China University of Political Science and Law (CUPL) di Pechino. L'Italia partecipa al progetto con l’Università di Bologna. Il compito della China-EU School of Law è quello di assistere il governo cinese nella creazione di una società basata sullo stato di diritto.[1]

La School of Law offre agli studenti internazionali un Master of European and International Law (MEIL) in lingua inglese e un semestre di insegnamento del diritto cinese in lingua straniera ("Chinese Law taught in English" - CLTE), sempre in inglese. Inoltre la scuola prevede anche un programma di aggiornamento per magistrati, pubblici ministeri e avvocati cinesi, così come un programma di ricerca sino-europeo.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ www.jura.uni-hamburg.de
  2. ^ www.cesl.edu.cn

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]