Children of the Grave

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chidren of the Grave
ArtistaBlack Sabbath
Autore/iOzzy Osbourne
Tony Iommi
Bill Ward
Geezer Butler
GenereHeavy metal
Hard rock
Edito daVertigo Records Regno Unito
Warner Bros. Stati Uniti
Pubblicazione
IncisioneMaster of Reality
Data21 luglio 1971
Durata5:17
(EN)

« Revolution in their minds
The children start to march! »

(IT)

« Rivoluzione nelle loro menti
I bambini cominciano a marciare! »

(Black Sabbath, Children of the Grave)

Children of the Grave è un brano musicale del gruppo heavy metal britannico Black Sabbath, pubblicata per la prima volta nel 1971 nell'album Master of Reality. È inoltre apparsa nell'omonimo split album con gli Status Quo pubblicato nel 1973 dalla Vertigo Records.[1]

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Children of the Grave è uno dei più noti brani del gruppo, tanto da essere proposto quasi sempre nei concerti e nelle varie compilation. Il testo, come in altre canzoni dei Black Sabbath, tratta tematiche pacifiste ed antimilitariste, esortando i giovani del tempo (in un mondo profondamente segnato dalla guerra del Vietnam) ad impegnarsi attivamente nel tentativo di riportare il mondo su una buona strada.

Il brano è stato inoltre oggetto di cover da parte di numerosi artisti, tra cui i Racer X (inserita come bonus track dell'album Technical Difficulties), i Grave Digger, i Grey Daze, gli Stone Sour e i White Zombie (inserita nel tribute album ai Black Sabbath Nativity in Black del 1994 ed estratta in seguito come singolo). I Green Day hanno inserito il riff della canzone nella loro Jesus of Suburbia. Il brano compare all'interno del videogioco della Double Fine Brutal Legend, e nel videogioco on-line League of Legends, come nome dell'attacco finale del personaggio Mordekaiser.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Black Sabbath[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal