Children of the Future

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Children of the Future
Artista Steve Miller Band
Tipo album Studio
Pubblicazione aprile 1968
pubblicato negli Stati Uniti
Durata 38:16 (LP)
41:15 (CD del 2012)
Dischi 1 / 1
Tracce 11 / 12
Genere Rock psichedelico
Blues rock
Etichetta Capitol Records (SKAO 2920)
Produttore Glyn Johns e Steve Miller Band
Arrangiamenti Steve Miller Band
Registrazione Londra al Olympic Studios[1], febbraio 1968
Formati LP / CD
Steve Miller Band - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1968)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic 4.5/5 stelle[2]
Barnes & Noble 4/5 stelle[3]
Sputnikmusic 3.8 (Excellent)[4]
Piero Scaruffi 7/10 stelle[5]
Debaser 5/5 stelle[6]
Dizionario del Pop-Rock 4/5 stelle[7]
24.000 dischi 4/5 stelle[8]

Children of the Future è il primo album della Steve Miller Band, pubblicato dalla Capitol Records nell'aprile[9] del 1968.

L'album si piazzò al #134 della Chart statunitense Billboard 200[10].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Children of the Future – 2:58 (Steve Miller)
  2. Pushed Me to It – 0:36 (Steve Miller)
  3. You've Got the Power – 0:55 (Steve Miller)
  4. In My First Mind – 7:31 (Steve Miller, Jim Peterman)
  5. The Beauty of Time Is That It's Snowing (Psychedelic B.B.) – 5:23 (Steve Miller)
Lato B
  1. Baby's Callin' Me Home – 3:24 (Boz Scaggs)
  2. Steppin' Stone – 3:02 (Boz Scaggs)
  3. Roll with It – 2:29 (Steve Miller)
  4. Junior Saw It Happen – 2:29 (Jim Pulte)
  5. Fanny Mae – 3:11 (Buster Brown)
  6. Key to the Highway – 6:18 (Big Bill Broonzy, Charles Segar)

[11]

Edizione CD del 2012, pubblicato dalla Edsel Records (EDSA 5003)
  1. Children of the Future – 3:00 (Steve Miller)
  2. Pushed Me to It – 0:38 (Steve Miller)
  3. You've Got the Power – 0:53 (Steve Miller)
  4. In My First Mind – 7:35 (Steve Miller, Jim Peterman)
  5. The Beauty of Time Is That It's Snowing (Psychedelic B.B.) – 5:18 (Steve Miller)
  6. Baby's Callin' Me Home – 3:23 (Boz Scaggs)
  7. Steppin' Stone – 3:00 (Boz Scaggs)
  8. Roll with It – 2:30 (Steve Miller)
  9. Junior Saw It Happen – 2:29 (Jim Pulte)
  10. Fanny Mae – 3:08 (Clarence Lewis, Morris Levy, Waymon Glasco)
  11. Key to the Highway – 6:18 (Big Bill Broonzy, Charles Segal)
  12. Sittin' in Circles – 3:03 (Barry Goldberg) – Bonus Track
  • Brano Fanny Mae, nelle note dell'album originale il pezzo è accreditato al solo Buster Brown

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Steve Miller - voce solista, chitarra, armonica
  • Boz Scaggs - chitarra, accompagnamento vocale
  • Boz Scaggs - voce solista (brani : Baby's Callin' Me Home e Steppin' Stone)
  • Jim Peterman - mellotron, organo Hammond, accompagnamento vocale
  • Lonnie Turner - basso, accompagnamento vocale
  • Tim Davis - batteria, accompagnamento vocale
  • Tim Davis - voce solista (brani : Junior Saw It Happen e Fanny Mae)

Musisista aggiunto

Note aggiuntive

  • Steve Miller Band e Glyn Johns - produttori
  • Harvey Kornspan (San Francisco) - produttore esecutivo
  • Registrazioni effettuate al Olympic Studios, Barnes, Londra (Inghilterra)
  • Glyn Johns - ingegnere delle registrazioni
  • Victor Moscoso - design album
  • Elaine Mays - fotografia[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
  2. ^ (EN) Amy Hanson, Children of the Future, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  3. ^ [2]
  4. ^ [3]
  5. ^ [4]
  6. ^ [5]
  7. ^ da Dizionario del Pop-Rock di Enzo Gentile & Alberto Tonti, Ed. Baldini & Castoldi, pagina 999
  8. ^ da 24.000 dischi di Riccardo Bertoncelli e Chris Thellung, Zelig Editore, pagina 641
  9. ^ [6]
  10. ^ [7]
  11. ^ Titoli, autori e durata brani, ricavati dalle note su vinili dell'ellepì originale pubblicato dalla Capitol Records, SKAO-2920; SKAO1-2920 (Lato A) / SKAO2-2920 (Lato B)
  12. ^ Note di copertina di Children of the Future, Steve Miller Band, Edsel Records EDSA 5003, 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock