Chiese di Agrigento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Agrigento.

Nella storia di Agrigento sono molte le chiese demolite, scomparse, dismesse e sconsacrate.[1]

Vari eventi sismici hanno minacciato in epoche differenti il ricchissimo patrimonio storico-artistico-religioso della città:

La felice posizione geografica, le fastose vestigia greco - romane, rendono il porto della città crocevia delle rotte arabe, normanne, sveve, angioine, aragonesi, spagnole e centro d'intensi scambi commerciali con le marinerie della penisola italiana.

Frane, crolli, voragini molte volte provocate da piccoli terremoti e favorite dal materiale friabile e dall'azione degli agenti endogeni ed esogeni hanno segnato il fragile territorio nel tempo. Nonostante le avversità, l'avvicendare di numerose dominazioni parecchi e antichissimi sono i luoghi di culto che hanno attraversato indenni le incurie del tempo e le intricate vicende politiche: la chiesa di San Biagio, il santuario di San Calogero, la concattedrale di Santa Croce, il collegio di Maria, la chiesa di San Nicola, la chiesa di San Pietro, il monastero e chiesa di Santo Spirito o Badia Grande, la basilica cattedrale di Santa Maria dei Greci, la cattedrale di San Gerlando.

Malgrado il dissennato recente sviluppo cittadino, l'insieme delle strutture pervenute contribuisce a rendere Agrigento uno dei poli museali-architettonici-archeologici fra i più interessanti della Sicilia e grazie ai Gran Tour, una delle mete più ambite del turismo mondiale.

Per l'insigne profilo nel 1997 alcuni monumenti simbolo e luoghi di culto della Valle dei Templi sono stati dichiarati Patrimonio dell'Umanità e posti sotto la tutela dell'UNESCO.

Chiese cattoliche di Agrigento per Zone[modifica | modifica wikitesto]

Zona Centro Storico[modifica | modifica wikitesto]

Zona Agrigento Centro[modifica | modifica wikitesto]

  • Santuario di San Calogero
  • Santissimo Crocifisso, detta "San Vito"
  • Santa Teresa di Gesù Bambino
  • Santa Gemma
  • Sacro Cuore di Gesù
  • Beata Vergine Maria del Carmelo
  • Beata Vergine Maria della Divina Provvidenza
  • Beata Vergine Maria di Fatima
  • Beata Vergine Maria delle Grazie

Zona Archeologica[modifica | modifica wikitesto]

Zona Industriale e Fontanelle[modifica | modifica wikitesto]

  • San Giovanni Battista (Zona San Michele)
  • San Nicola (Fontanelle)
  • Beata Vergine Maria Madre della Chiesa (Fontanelle)

Zona Balneare[modifica | modifica wikitesto]

  • Cuore Immacolato di Maria (Villaggio Mosè)
  • Santa Rosa da Viterbo (Villaggio Mosè)
  • San Gregorio (Cannatello)
  • San Pio X (Villaggio Peruzzo)
  • San Leone (Lido San Leone)

Zona Villaseta-Monserrato[modifica | modifica wikitesto]

  • Santa Croce (Villaseta)
  • Maria Santissima della Catena (Villaseta)
  • San Lorenzo (Monserrato)

Zona Montaperto[modifica | modifica wikitesto]

  • San Lorenzo
  • Santa Croce
  • Madonna del Rosario

Zona Giardina Gallotti[modifica | modifica wikitesto]

  • Santa Maria della Pietà

Chiese evangeliche di Agrigento[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa cristiana evangelica "Assemblee di Dio in Italia"
  • Chiesa evangelica Valdese
  • Chiesa evangelica "Parola della Grazia"
  • Centro evangelico "Condividere Gesù"
  • Chiesa evangelica "Cristo Vive"
  • Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni
  • Chiesa cristiana avventista

Chiese demolite o sconsacrate[modifica | modifica wikitesto]

Chiese sconsacrate[modifica | modifica wikitesto]

Chiese demolite[modifica | modifica wikitesto]

Monasteri, conventi e oratori[modifica | modifica wikitesto]

Monasteri[modifica | modifica wikitesto]

Conventi[modifica | modifica wikitesto]

Istituti religiosi soppressi[modifica | modifica wikitesto]

Fra parentesi le date di costituzione e di soppressione dell'istituto.[19]

Case e collegi[modifica | modifica wikitesto]

Case[modifica | modifica wikitesto]

Collegi[modifica | modifica wikitesto]

Confraternite e congregazioni[modifica | modifica wikitesto]

Confraternite[modifica | modifica wikitesto]

Congregazioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri edifici[modifica | modifica wikitesto]

Conservatori[modifica | modifica wikitesto]

Ospedali[modifica | modifica wikitesto]

Questa lista è suscettibile di variazioni e potrebbe non essere completa o aggiornata.

Elenco dei 14 ospedali cittadini:

[13]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Sacco vol. 1°, pp. 236.
  2. ^ Tommaso Fazello, pp. 198 e 367.
  3. ^ Touring Club Italiano, pp. 355.
  4. ^ Francesco Sacco Vol. 1°, pp. 237.
  5. ^ a b c d e f g h Francesco Sacco Vol. 1°, pp. 238.
  6. ^ (EN) Catholic.org Basilicas in Italy
  7. ^ Caprarotta - Grisanti, pp. 185.
  8. ^ Touring Club Italiano, pp. 359.
  9. ^ Caprarotta - Grisanti, pp. 54.
  10. ^ "Francesco Sacco Vol pp. 238"
  11. ^ Tommaso Fazello, pp. 184 e 342.
  12. ^ Touring Club Italiano, pp. 370.
  13. ^ a b c d e Tommaso Fazello, pp. 369.
  14. ^ a b Caprarotta - Grisanti, pp. 49.
  15. ^ a b Caprarotta - Grisanti, pp. 63.
  16. ^ a b c Caprarotta - Grisanti, pp. 65.
  17. ^ Caprarotta - Grisanti, pp. 65, 179.
  18. ^ Pagina 171. Ilenia Caprarotta - Nicoletta Grisanti, "Francescanesimo e cultura nella provincia di Agrigento: atti del convegno di studi", Palermo, Biblioteca Francescana, Officina di Studi Medievali, 2009 [1]
  19. ^ Archivio Storico dei beni culturali della città di Agrigento e provincia [2]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]