Chiesa di Santa Melania juniore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santa Melania juniore
StatoItalia Italia
RegioneLazio
LocalitàAcilia (Roma) (Roma Capitale)
Religionecattolica
TitolareMelania la giovane
Diocesi Roma
Consacrazione2 marzo 1986
Inizio costruzione1984
Completamento1986
Sito webSito della parrocchia

La chiesa di Santa Melania juniore è una chiesa di Roma, nel quartiere residenziale Axa, zona Acilia Sud, in via Eschilo 100.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La posa della prima pietra dell'edificio sacro, progettato dall'architetto Aldo Aloysi, avvenne il 28 ottobre 1984, alla presenza del cardinale Ugo Poletti, mentre il 2 marzo di due anni dopo lo stesso cardinale consacrò la nuova chiesa aperta al pubblico, dedicandola a Santa Melania, patrizia romana che tra IV e V secolo lasciò tutti i beni dedicandosi alla vita di preghiera e ritirandosi a vita monacale, dapprima a Roma, poi a Gerusalemme, ove morì nel 440. Il 27 novembre 1988 essa ha ricevuto la visita di papa Giovanni Paolo II.

La chiesa è sede parrocchiale, eretta il 1º novembre 1978 con decreto del cardinale vicario Ugo Poletti ed affidata prima ai padri Canossiani e poi al clero diocesano di Roma.

Architettura e arte[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista artistico la chiesa conserva due opere moderne degne di nota[1]:

  • la croce del campanile, composta da due braccia che si intersecano a formare due fasci di spighe; simbolicamente rappresenta il dono della vita di Cristo che si fa pane per il nutrimento dei fedeli;
  • una Via Crucis in terracotta, realizzata nel 1986 dallo scultore Giancarlo Miccò: è un pezzo unico lungo 6 metri, ove nelle 14 stazioni sono raffigurati ben 72 personaggi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le informazioni che seguono sono tratte dal sito della parrocchia Archiviato il 21 ottobre 2007 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]