Chiesa di Santa Maria in Laterano in Schiavonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Santa Maria in Laterano in Schiavonia
Chiesa di Santa Maria in Laterano in Schiavonia a Forlì.JPG
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna
LocalitàForlì
ReligioneCattolica
TitolareMaria
Diocesi Forlì-Bertinoro
Stile architettonicoNeoclassico
Inizio costruzione1837
Completamento1844

La chiesa di Santa Maria In Laterano in Schiavonia, si trova nella parte antica di Forlì nel Borgo Schiavonia, nelle vicinanze dell'omonima Porta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima antichissima chiesa risaliva a prima del Mille e probabilmente venne fondata da San Mercuriale. Rimaneggiata più volte nel corso del tempo, venne completamente ricostruita tra il 1837 e il 1844 in stile neoclassico su disegno dell'ingegnere forlivese Giuseppe Cantoni, per incarico dell'allora parroco don Francesco Liverani in considerazione delle impellenti necessità di radicali interventi strutturali.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'interno presenta una sola navata con tre cappelle per lato che termina con l'abside. Presenta delle decorazioni neoclassiche in stucco di Luigi Maioli e Luigi Bezzi.

La prima cappella a sinistra presenta una tela del Guercino, San Francesco che riceve le stimmate ({{1651]]). Nella cappella successiva si trova L'Addolorata, una statua policroma di Giovanni Battista Graziani che realizzò anche una seconda statua, San Giuseppe, questa inserita in una nicchia a destra dell'altare nella terza cappella.

Dietro l'altare maggiore si trova L'Assunzione della Vergine, opera di Giovanni Giulianini. Alle pareti del presbiterio si trovano La Vergine addolorata e San Nicola da Tolentino e La messa di San Carlo Borromeo, due anonime tele di ambito cignanesco.

Attribuito ad Antonio Fanzaresi, infine, è il dipinto Sant’Antonio di Padova in adorazione del Bambino (1767), mentre di GIovanni Orsi è Sant’Alfonso de’ Liguori in estasi (1844).

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]