Chiesa di Santa Maria della Consolazione (Milano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santa Maria della Consolazione
Santa Maria al Castello
Facciata Santa Maria della Consolazione Milano Italy.jpg
La facciata
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Località CoA Città di Milano.svgMilano
Religione Cristiana Cattolica di rito ambrosiano
Diocesi Arcidiocesi di Milano
Consacrazione XV secolo
Stile architettonico Neoclassico
Completamento 1836

Coordinate: 45°28′02.97″N 9°10′55.45″E / 45.467492°N 9.18207°E45.467492; 9.18207

La chiesa di Santa Maria della Consolazione al Castello (detta anche Santa Maria al Castello o Madonna del Castello per la sua vicinanza al Castello Sforzesco) è una piccola chiesa situata in Largo Cairoli a Milano, al termine della via San Giovanni sul Muro e di fronte al Teatro dal Verme. È chiesa sussidiaria della parrocchia di Santa Maria alla Porta dell'arcidiocesi di Milano[1] e cappellania della comunità dei fedeli filippini milanesi.[2]

Edificata sulla spianata del Castello nel 1471 come oratorio voluto da Galeazzo Maria Sforza e intitolata alla Madonna della Consolazione proprio dal Duca, la chiesa fu affidata nel 1492 ai frati agostiniani che vi aggiunsero un piccolo convento successivamente abbattuto probabilmente durante i lavori di ampliamento del castello. La chiesa fu quindi ricostruita nel luogo dove si trova oggi nell'anno 1588.

Demolito il convento è rimasta la chiesetta che è giunta fino a noi, attraverso vari rimaneggiamenti, in una veste neoclassica evidente nella facciata dell'architetto Giovan Battista Chiappa e ultimata nel 1836. La facciata è a due ordini, con un pronao di tre arcate ed è adornata da tre statue raffiguranti la Vergine e due angeli.

L'interno, a una sola navata e otto cappelle, è a due ordini e ornato da alcuni fra i più significativi artisti del Seicento lombardo: il soffitto in legno a cassettoni ospita dipinti di Camillo Procaccini con le figure degli Apostoli. La pregevole pala d'altare che è custodita all'interno e che raffigura la Madonna della Consolazione fu traslata nel 1502[3]. Nella terza cappella di destra una pregevole tela di Enea Salmeggia, il Martirio di sant'Andrea apostolo, del 1604.

La chiesa è attualmente importante punto di riferimento per la comunità filippina che ha donato una statua del Santo Niño de Cebu (il Bambino Gesù di Cebu) a cui quella comunità è particolarmente devota e che è visibile nella prima cappella di sinistra.

Dall'11 gennaio 2015, viene celebrata la Santa Messa secondo il Rito Ambrosiano Tradizionale, utilizzando il messale in latino promulgato nel 1954 dal Cardinale Ildefonso Schuster ogni festività alle ore 10.00.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ S. Maria della Consolazione detta S.M. al Castello, su Le chiese delle Diocesi italiane, http://www.chieseitaliane.chiesacattolica.it. URL consultato il 28 febbraio 2014.
  2. ^ Cappellania filippina "Santo Niño", su Cappellania generale dei migranti dell'Arcidiocesi di Milano, http://www.cappellaniamigrantimilano.it. URL consultato il 28 febbraio 2014.
  3. ^ Paolo Rotta, Passeggiate storiche, ossia Le chiese di Milano dalla loro origine fino al presente (Milano 1891)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]