Chiesa di Santa Maria del Carmine (Pisa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Santa Maria del Carmine
Chiesa Santa Maria del Carmine, Pisa.JPG
La facciata della chiesa
Stato Italia Italia
Regione Toscana
Località Pisa
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Diocesi Arcidiocesi di Pisa
Stile architettonico rinascimentale, barocco
Inizio costruzione 1328
Completamento 1835

Coordinate: 43°42′46.04″N 10°24′01.36″E / 43.712789°N 10.400378°E43.712789; 10.400378

La chiesa di Santa Maria del Carmine di Pisa si trova in corso Italia, 85.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Edificata dai Carmelitani nel 1324-1328, fu arricchita nel Quattrocento da cappelle private e sontuosi altari, tra cui quello contenente il polittico di Masaccio (1425), di cui una tavola è conservata al Museo di San Matteo.

Ampliata nel XVI-XVII secolo, mantenne la struttura a grande aula unica coperta a capanna in laterizio, visibile sul fianco e sul retro. La facciata è del 1835; furono riutilizzate entro nicchie le statue di Sant'Elia e di San Giovanni Battista (1697), opera di artisti di Carrara. Inoltre, l'architetto Alessandro Gherardesca, intorno agli anni trenta dell'Ottocento, approntò due progetti distinti per la ricostruzione della facciata (uno in stile neogotico e l'altro classicheggiante), ma senza fortuna.

Il sontuoso interno conserva un organo di Andrea Ravani del 1613 e monumentali altari barocchi con dipinti di Baccio e Aurelio Lomi, Santi di Tito, Alessandro Allori, Francesco Curradi, Andrea Boscoli. In sagrestia, resti di affresco trecentesco.

Opere già in Santa Maria del Carmine[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]