Chiesa di Santa Maria dei Grani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Santa Maria dei Grani
Santa maria dei grani.jpg
Interno della chiesa
Stato Italia Italia
Regione Puglia
Località Francavilla Fontana
Religione Cattolica
Diocesi Diocesi di Oria
Consacrazione XVI secolo
Stile architettonico Tardo barocco
Inizio costruzione 1538
Completamento 1800

La chiesa di Santa Maria dei Grani, edificata nel 1538 e rimaneggiata nel 1809. È costruita sul casale medievale di S. Maria de Grana tenuto nel XIII secolo, durante il regno di Federico II, a contribuire alla manutenzione del Castello di Oria[1]. Sita nel territorio del comune di Francavilla Fontana al confine con il comune di Villa Castelli, nei pressi della sorgente del Canale Reale e della Torre dell'Antoglia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'interno, rimasto inalterato nel corso dei secoli,[2] è un esempio di tardo barocco leccese impreziosito da affreschi raffiguranti la Madonna Odigitria; è dotata di portale unico dominato da un semplice rosone circolare e un Campanile a vela sormontato da un timpano. La pianta è a croce latina, con un'unica navata divisa in due campate voltate a botte lunettata.[3] L'intero complesso architettonico, che comprende anche un forno ed una stalla, è fortificato da un alto muro a secco che richiama caratteri tipici nella campagna della Murgia.

Stato attuale[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa versa oggi in totale stato di abbandono[4]

Epigrafi[modifica | modifica wikitesto]

sulla facciata della chiesa è incisa l'epigrafe:

Virginis Hic Titulo Grani, et Fontana tenetor Pulchra Nova Efficies Quae Memoranda fecit, Sic cum Cappelletti ad Perniciem Omne Farebant Facta hic Fonte Marias Francaque, illa Fuit Attamen Haec Ingrata Illam Contemnere Fecit Divina Hic que illa jam A. D. 1809 [5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ B. Ligorio, Federico II. Ebrei, castelli e ordini monastici in Puglia nella prima metà del XIII secolo, prefazione di S. Bernardi, Artebaria ed., Martina Franca 2011, p. 57
  2. ^ F. Clavica - R. Poso (a cura di), Francavilla Fontana. Architettura e immagine, Congedo, Galatina 1990. p.93.
  3. ^ F. Clavica - R. Jurlaro (a cura di), Francavilla Fontana, Mondadori Electa, Milano 2007
  4. ^ P. Scialpi, Il parco archeologico di Pezza Petrosa a Villa Castelli, ed. Pugliesi, Martina Franca 2011
  5. ^ P. Scialpi, Il parco archeologico di Pezza Petrosa a Villa Castelli, ed. Pugliesi, Martina Franca 2011, p.16.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fulgenzio Clavica e Rosario Jurlaro (a cura di), Francavilla Fontana, Milano, Mondadori Electa, 2007. ISBN 978-88-370-4736-8.
  • Fulgenzio Clavica e Regina Poso (a cura di), Francavilla Fontana. Architettura e immagine, Galatina, Congedo, 1990. ISBN 88-7786-339-0.