Chiesa di Santa Maria a Gradillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


La chiesa di Santa Maria a Gradillo, sorta a Ravello nell'XI secolo, fu rimaneggiata in forme barocche nel XVIII secolo. Oggi il monumento si presenta ripristinato nelle sue forme originarie, dopo lunghi restauri.

La facciata presenta tre porte con lunette: la porta centrale ha per architrave una cornice classica di recupero.

L'interno della basilica è a tre navate, divise da colonne che sorreggono archi. La navata centrale ha una copertura a capriate, mentre le navate laterali hanno volte a crociera. La caratteristica cupola poggia su di un tamburo nella campata centrale del transetto. L’abside centrale è inquadrata da colonne con motivi islamici.

Notevole nella navata centrale è il pavimento a mosaico della fase architettonica originaria della basilica, oggi protetto da riquadri trasparenti. Il mosaico, realizzato con piccoli sassi bianchi e grigi, raffigura un albero con pantere affrontate.

Il campanile è a due ordini.

La basilica è legata alla vita civile della Ravello medievale: in essa infatti il Capitano veniva solennemente investito del Ducato amalfitano e vi si teneva parlamento.


architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura