Chiesa di Santa Maria Maddalena (Fontevivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Santa Maria Maddalena
Chiesa di Santa Maria Maddalena (Castelguelfo) - facciata 2017-06-12.jpg
Facciata
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna
LocalitàCastelguelfo, frazione di Fontevivo
Religionecristiana cattolica di rito romano
Titolaresanta Maria Maddalena
Diocesi Parma
Stile architettonicoromanico e neogotico
Inizio costruzioneprima del XIII secolo
Completamento1935

Coordinate: 44°49′43.06″N 10°11′45.86″E / 44.828628°N 10.196072°E44.828628; 10.196072

La chiesa di Santa Maria Maddalena, nota anche come pieve di Castelguelfo, è un luogo di culto cattolico dalle forme romaniche e neogotiche situato a lato della via Emilia nella piccola frazione di Castelguelfo del comune di Fontevivo, in provincia di Parma.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il luogo di culto fu innalzato probabilmente agli inizi del XIII secolo dai monaci benedettini francesi dell'abbazia di Santa Maria Maddalena di Vézelay, in Borgogna; posta lungo la Via Francigena,[2] la pieve fu dotata di un ospedale destinato ai numerosi pellegrini diretti a Roma.[3]

La prima testimonianza[4] certa della sua esistenza risale al 1230, quando fu citata quale "Ecclesia de Burgeto de Taro", dalla denominazione dell'epoca del piccolo borgo prossimo al fiume Taro.[3]

Nel 1520 l'edificio fu innalzato a sede parrocchiale.[5]

Strettamente connessa al vicino castello di Castelguelfo, la chiesa fu nei secoli protetta dai numerosi feudatari, in particolare dai Pallavicino e dai Farnese;[2] fu allungata e sopraelevata e subì varie modifiche e aggiunte.[3]

Nel 1935 l'antica pieve fu sottoposta ad alcuni lavori volti a ripristinare parte dell'aspetto romanico perduto.[3]

Il 23 dicembre del 2008 una scossa di terremoto causò vari danni all'edificio,[2] che in seguito fu chiuso al culto in attesa dei lavori di consolidamento e restauro; la riapertura avvenne alla fine del 2011.[6]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Facciata e lato nord

La piccola pieve si sviluppa su un impianto a navata unica, con ingresso a ovest e abside a est, ai margini della via Emilia; sul retro si elevano i locali dell'ex canonica, oggi adibiti a sede di un'associazione socio-assistenziale.[7]

La simmetrica facciata a capanna, quasi interamente intonacata, è caratterizzata dall'ampia arcata a tutto sesto in mattoni posta in corrispondenza dell'originaria volta di copertura medievale, oggi interrotta dalla bifora neogotica aperta sopra il portale d'accesso centrale; quest'ultimo è affiancato da due strette monofore ad arco ogivale; alle estremità due lesene delimitano il prospetto.

Il lato sud, molto più basso a causa dell'innalzamento della sede stradale, presenta nella prima parte un rivestimento analogo alla facciata, con un'arcata centrale tagliata da una bifora neogotica, mentre la zona più vicina al presbiterio mostra il paramento originario in pietra dell'edificio medievale, sopraelevato e allungato nei secoli. Sul retro l'abside romanico è contraddistinto da alcune piccole monofore.[5]

All'interno la navata, coperta da un soffitto a capriate lignee, presenta gli stessi rivestimenti dell'esterno, volti a distinguere le zone più antiche dell'edificio da quelle aggiunte nei secoli successivi. Oltre l'arco in pietra del presbiterio si apre la piccola abside romanica, rimasta pressoché intatta, decorata sul catino da varie porzioni di affreschi risalenti al XV secolo.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ PSC -Schede di edifici di interesse storico-architettonico (PDF), su www.comune.fontevivo.pr.it, p. 146. URL consultato il 16 febbraio 2018.
  2. ^ a b c Il festival Tanzi fa tappa nella chiesa di Castelguelfo, su www.nelparmense.org. URL consultato il 6 maggio 2016.
  3. ^ a b c d e Castelguelfo, su www.comune.noceto.pr.it. URL consultato il 6 maggio 2016.
  4. ^ Capitulum seu Rotulus Decimarum della diocesi di Parma
  5. ^ a b Castelguelfo, su web.tiscali.it. URL consultato il 6 maggio 2016.
  6. ^ La pieve ritrovata! Conclusi i lavori della Chiesa di Castelguelfo, che riapre domenica 2 ottobre in occasione della Madonna del Rosario, su www.nelparmense.org. URL consultato il 6 maggio 2016.
  7. ^ Famiglia Aperta, su www.forumsolidarieta.it. URL consultato il 6 maggio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]