Chiesa di Sant'Onofrio (Lanciano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Sant'Onofrio
Chiesa di Sant'Onofrio, Lanciano.JPG
Stato Italia Italia
Regione Abruzzo
Località Lanciano (frazione Sant'Onofrio)
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Titolare Onofrio anacoreta
Diocesi Arcidiocesi di Lanciano-Ortona
Inizio costruzione 1962

Coordinate: 42°09′34.76″N 14°24′54.21″E / 42.159656°N 14.415059°E42.159656; 14.415059

Vecchio convento di Sant'Onofrio
Stato Italia Italia
Località Lanciano (frazione Colle Sant'Onofrio)
Religione Chiesa cattolica di rito romano
Diocesi Arcidiocesi di Lanciano-Ortona
Stile architettonico medievale medievale-barocco
Inizio costruzione 1467

La chiesa di Sant'Onofrio è un luogo di culto cattolico dell'omonima frazione di Lanciano, in provincia di Chieti.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Fu ricostruita nel 1962 in sostituzione di una precedente chiesa intitolata allo stesso santo, situata sulla cima di un colle alle spalle dell'attuale tempio, facente però parte alla contrada Rizzacorno. Essa, costruita nel 1467, fu gravemente danneggiata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, che ne causarono la chiusura al culto[1]. L'accesso alla chiesa è consentito dalle due rampe di scale contrapposte, che giungono al portale, con chiusura a timpano, posizionato in una nicchia che occupa in altezza tutta la facciata. Nella parte superiore vi è una raffigurazione del Cristo, situata sopra un architrave marmoreo, che reca un'incisione dove è riportato il nome del Santo cui è intitolata la chiesa. I muri perimetrali esterni sono caratterizzati dalla composizione in pietra di pezzatura molto eterogenea, con giunture in cemento. La copertura a capanna, sporgente rispetto alla facciata, è sostenuta da travi in cemento. Di cemento è anche il piccolo campanile sulla falda destra. Immediatamente sotto la grondaia, nei muri laterali vi sono delle finestre quadrate. Caratteristiche nell'abside sono i due finestroni oblunghi a tutto sesto. Leggermente isolata dalla chiesa è la torre campanaria, suddivisibile in cinque livelli, di fattura simile a quella della chiesa e caratterizzata dall'abbondante uso decorativo e di finitura del cemento. Sulla fiancata destra si trova una cappella semicircolare, mentre a sinistra vi è un edificio adibito a canonica.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa nuova[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa vecchia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ maurizioangelucci.com. URL consultato il 24-11-2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]